Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vallecrosia, il consigliere Quesada: “Il sindaco Giordano piuttosto che non accendere le luminarie, stacchi la spina a se stesso”

"Siamo ormai al 10 di dicembre e quando tutti gli altri comuni e le altre città d’Italia hanno un clima natalizio, noi a Vallecrosia non abbiamo nulla se non gli addobbi dei nostri commercianti"

“Vallecrosia senza Luminarie #Vergogna”: inizia così il post su Facebook del consigliere d’opposizione Cristian Quesada, duramente critico nei confronti dell’Amministrazione Giordano. Il post poi prosegue:“Il Sindaco Giordano piuttosto che non accendere le luminarie, stacchi la spina a se stesso. Ebbene si cari cittadini il nostro Sindaco, la sua Giunta e la maggioranza di Vallecrosia sono riusciti a spegnere anche la magia del Natale.

Non possiamo accettare che dietro l’effetto morale dei terremotati si arrivi a decidere che le luminarie non si faranno. Assurdo e spieghiamo anche perché: il sindaco diversi mesi or sono aveva dichiarato che quest’anno, viste le particolari restrizioni economiche, come tutti gli altri comuni fanno, non ci saranno le luminarie: BUGIA! Basti guardare i comuni confinanti, oggi hanno le luminarie accese come Bordighera, Camporosso e Ventimiglia;
Il sindaco e il suo assessore hanno enunciato, 10 giorni fa e tra l’altro in maniera informale, per i corridoi del palazzo comunale, che il nostro comune devolverà una parte dei fondi destinati alle luminarie, ai terremotati (circa €. 4.000,00 su 13.000,00). Bene ottima iniziativa da noi condivisa, ma perché a scapito solo dei cittadini di Vallecrosia che abitano, vivono, lavorano e pagano le tasse senza avere servizi e benefici??E senza poter vivere quel clima natalizio degno e meritevole?

Abbiamo pertanto fatto in quella sede una proposta di buon senso, di interesse per la città, che è stata quella di rinunciare ad una mensilità di stipendio del Sindaco dei 4 assessori del presidente del consiglio e dei consiglieri (che ammonta ad oltre 5.000 euro), sentendoci rispondere in maniera negativa. Allora ci viene spontaneo fare uno più uno, pertanto prendiamo atto e lo devono prendere anche i cittadini, che oltre alla poltrona siete ancor più attaccati allo stipendio.
Siamo ormai al 10 di dicembre e quando tutti gli altri comuni e le altre città d’Italia hanno un clima natalizio, noi a Vallecrosia non abbiamo nulla se non gli addobbi dei nostri commercianti che con sacrificio cercano di creare quel clima del Natale che ci possa far sentire in festa.
Ricordiamo ai nostri amministratori, che amministrare una città vuol anche dire avere delle sensibilità e delle piccole attenzioni che fanno grande una persona, facendo a volte anche sacrifici personali, ma invece Voi continuate con i paraocchi verso dei continui vicoli ciechi, ricordando agli amministratori che nella passata amministrazione sedevano sui banchi della minoranza, che avete fatto una guerra quando un anno non si volevano fare le luminarie per problemi economici, invitando a mettere, anche se poco, almeno le luci sulla via principale. Come mai oggi questo pensiero non esiste più? Siate coerenti e seri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.