Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sequestro record di sostanze stupefacenti a Ventimiglia, scoperti dalla guardia di finanza 222 kg di hashish

Erano a bordo di un grande camion spagnolo di colore rosso

Ventimiglia. Sembrava un normale carico di piastrelle in ceramica proveniente dalla Spagna e diretto in Italia, ma la realtà scoperta dalla guardia di finanza durante i routinari controlli delle merci che entrano in Italia dal casello autostradale di Ventimiglia è stata ben diversa.

I fatti in questione si sono svolti all’inizio di questa settimana durante il quotidiano controllo del territorio attuato dalle Fiamme Gialle presso il casello autostradale di Ventimiglia per il contrasto dei traffici illeciti, avvalendosi anche dei cani antidroga. In particolare, fra i vari mezzi in transito, l’attenzione dei finanzieri si è concentrata verso un grande camion spagnolo di colore rosso che una volta fatto accostare per i controlli di rito, è risultato trasportare un rilevante quantitativo di piastrelle.

Tuttavia, durante l’analisi dei documenti che scortavano la merce, gli operanti hanno notato un anomalo ed ingiustificato stato d’agitazione dell’autista del tir, ovvero un uomo spagnolo di mezza età. Questa circostanza ha fatto insospettire i finanzieri che hanno quindi ritenuto opportuno controllare con più attenzione il camion anche con l’impiego del cane antidroga Pakros, il quale dopo pochi istanti ha manifestato un forte interesse per il rimorchio del mezzo, inducendo i militari ad ispezionarne il contenuto fino alla parte più interna e difficoltosa da raggiungere.

Proprio in questa zona del carico, la pattuglia ha scoperto la presenza di sei borse di grandi dimensioni molto pesanti da spostare, le quali, non appena aperte, sono risultate tutte contenenti degli ingenti quantitativi di hashish, per un totale di 222 chilogrammi.

Per questa ragione l’autista del camion è stato arrestato nella flagranza del reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e successivamente condotto presso il carcere di Imperia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, immediatamente informata della vicenda, mentre l’hashish è stato sequestrato ed a breve verrà sottoposto alle analisi di laboratorio che ne stabiliranno la composizione ed il grado di purezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.