Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, truffe agli anziani con la tecnica del “finto incidente”: 50enne torinese denunciato dalla polizia

Fingeva di essere avvocato delle assicurazioni o maresciallo dei carabinieri

Sanremo. Truffava gli anziani con la tecnica del “finto incidente”: 50enne torinese denunciato dalla polizia.

A seguito di articolate indagini, la polizia di stato di Imperia ha individuato e denunciato M.P., cittadino torinese di circa cinquant’anni, resosi autore, nell’estate scorsa, di due truffe aggravate ai danni di persone anziane residenti nella città di Sanremo, facendosi consegnare denaro e preziosi, utilizzando la tecnica del “finto incidente”.

L’uomo contattava telefonicamente le ignare vittime e, dichiarando di essere un maresciallo dei carabinieri o un avvocato, le informava che il loro figlio aveva provocato un incidente stradale e che era ricoverato in ospedale in gravi condizioni, tanto da non poter neppure parlare; dopo aver creato nelle vittime un forte stato d’ansia, spiegava che l’autovettura del figlio non era coperta da assicurazione per tutti i danni creati, per cui era necessario, con la massima urgenza, versare una cauzione in denaro di alcune migliaia di euro in contanti, ovvero dare a garanzia dei preziosi, altrimenti il figlio sarebbe stato arrestato o comunque avrebbe avuto “guai” seri con la giustizia.

Il truffatore, dopo aver fissato l’appuntamento con la vittima di lì a poco, fingeva di chiudere la telefonata, ma di fatto lasciava la comunicazione aperta, al fine di non permettere alla povera vittima di poter nuovamente utilizzare il telefono per comunicare con altri.

M.P. quindi si presentava presso l’abitazione dei malcapitati e, dichiarandosi “l’avvocato dell’assicurazione” incaricato a ritirare la somma di denaro, sollecitava la consegna del “dovuto” ed una volta intascatala, faceva perdere le proprie tracce lasciando le vittime nel più totale sconforto.

La polizia di Stato, considerato che M.P., con la stessa tecnica, ha già perpetrato decine di truffe in tutto il nord Italia, come risulta dal coordinamento tra diversi uffici investigativi, non potendo escludersi che anche in questa provincia possa averne compiute altre, rispetto a quelle già accertate, mostra alla cittadinanza la foto del truffatore, sia in un’ottica di prevenzione, sia anche affinché eventuali ulteriori vittime (allo stato ignote) di analoghi episodi possano contattare la squadra mobile della questura di Imperia (tel. 0183/7951), che sta svolgendo le indagini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.