Quantcast
Firmata l'ordinanza

Post alluvione in Valle Arroscia: riaprono alcune strade provinciali, Natta “Attendiamo la dichiarazione dello stato di emergenza”

"Confidiamo che la regione possa deliberare dei fondi per consentirci di provvedere a queste somme urgenze"

Sanremo. Prosegue a pieno ritmo il lavoro della Provincia di Imperia per ripristinare la viabilità in alta Valle Arroscia colpita dall’alluvione della scorsa settimana. “Stiamo lavorando alacremente fin dal primo minuto di quella maledetta notte con i mezzi della provincia di Imperia in prima linea”, ha detto il presidente della provincia Fabio Natta.

Vediamo nel dettaglio le strade provinciali riaperte dall’amministrazione provinciale:

– Apricale-Bajardo, aperta con limitazione di traffico

– Vessalico-Lenzari, aperta con limitazione di orario

– Rezzo: la strada provinciale è integra, il problema è l’esondazione di un rio a monte. La strada è parzialmente aperta e domani dovrebbe essere fruibile totalmente. Stesso discorso per la strada per Cenova.

– Armo, aperta con limitazione di orario

– Pigna-Langan, aperta con limitazione di traffico;

 

img-20161201-wa002

 

Inoltre l’amministrazione provinciale è al lavoro per una rapida apertura della Mendatica-Cosio, Caravonica, Calderara e Nirasca, dove quest’ultima strada si confida di riaprirla al più presto.

“Attendiamo fiduciosi la dichiarazione dello stato di emergenza – evidenzia Natta -, in modo da avere una somma importante per provvedere alle somme urgenze per i lavori improcrastinabili: ad oggi la provincia ha agito con fondi propri.”

Ancora Natta: “Confidiamo che la regione possa deliberare dei fondi per consentirci di provvedere a queste somme urgenze, in modo da mettere in sicurezza la viabilità. Ci auguriamo di ripartire presto, oggi a Pieve di Teco c’è stato un summit dove erano presenti anche dei tecnici della provincia e per la Valle Arroscia ci sarà molto da lavorare.”

leggi anche
riviera24 - monesi vista dall'alto dopo alluvione novembre 2016
Il disastro
In volo sull’elicottero della protezione civile sulla zona rossa di Monesi
MONESINO
Gli interventi
Mendatica, previsti sopralluoghi per far accedere in sicurezza i proprietari alle abitazioni
riviera24 - Rezzo
La storia
“Noi ostaggio della frana di Rezzo, impossibilitati ad andare al lavoro”
Fabio Natta
Dopo alluvione
Alluvione nell’Imperiese, Natta bussa alla porta della Regione: “Impegno per ritornare alla normalità”
commenta