Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Post alluvione, controlli antisciacallaggio nel Parco delle Alpi Liguri per prevenire furti in casa foto

Situazione ancora delicata a Monesi e Piaggia che restano ancora isolate dopo le forti piogge di una settimana fa

Più informazioni su

Mendatica. La sentinella del paese, Walter Gandolfo, titolare del ristorante Da Settimia tiene gli occhi aperti da oltre una settimana da quando l’alluvione ha rischiato di provocare danni ingenti alla sua struttura ricettiva. Ma ora nel Parco delle Alpi Liguri la paura è un’altra: gli sciacalli così come riportato dal Secolo XIX e La Stampa. Nel paese fantasma i controlli vengono effettuati dalla polizia provinciale e dal corpo forestale dello Stato. In questi giorni di perizie e monitoraggi sono impegnati anche gli elicotteri della protezione civile e dei vigili del fuoco.

riviera24 - Monesi

Come noto l’intera frazione di Monesi, nel Comune di Mendatica, rischia di slittare a valle. Alcune case sono già state lesionate dal movimento franoso che sta letteralmente facendo scivolare il terreno su cui si trovano le abitazioni. Nel piccolo centro vivono solo due persone, allontanate dalle proprie abitazioni come previsto da un’ordinanza di sgombero siglata dal sindaco Pelassa. “Seppur siano già in corso massicci interventi a cura della provincia per ripristinare la viabilità e sin dall’inizio siano stati effettuati interventi di regimentazione delle acque e pulizia da parte di volontari e della protezione civile, che hanno lavorato incessantemente anche sotto la pioggia con mezzi tradizionali e meccanici di loro proprietà la situazione continua ad evolvere in maniera negativa”, spiegano dal Comune.

“Ad oggi continua il monitoraggio e un presidio capillare del territorio da parte delle istituzioni e dei volontari, ma la gravità della situazione richiede un intervento con forze maggiori e coordinato anche con la provincia di Cuneo, di fatti gli sviluppi sulla frana di Monesi interessano anche il loro territorio”. Ma ora si cerca anche di controllare meglio questi paesi diventati “fantasma” che potrebbero finire nel mirino di delinquenti e balordi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.