Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Non paga al casello della A10 per 268 volte: “furbetto del pedaggio” monegasco condannato per insolvenza fraudolenta

I fatti contestati sono avvenuti nel periodo compreso tra 2002 e 2012

Imperia. Un 48enne residente nel Principato di Monaco è stato condannato, oggi in Tribunale, a 4 mesi e 2.000 euro di multa. L’accusa era quella di insolvenza fraudolenta derivante dal fatto che l’uomo, per ben 268 volte non aveva pagato il pedaggio autostradale.

I fatti contestati sono avvenuti nel periodo compreso tra 2002 e 2012. La “zona d’azione” del “furbetto del pedaggio” era quella che della A10 Autofiori, nei caselli di Sanremo, Arma di Taggia, Bordighera, Ventimiglia e Imperia. Il modus operandi variava: a volte l’automobilista si metteva “in scia” di un altro veicolo sfruttandone il Telepass, altre sosteneva di aver perso il biglietto e in alcuni casi non pagava affatto o lo faceva con carte di credito scadute.

Molte volte , nel calcolo della tariffa da pagare, Autostrada dei Fiori Spa costituitasi parte civile con l’avvocato Emilio Varaldo, in mancanza della certezza del casello d’ingresso, ha applicato la tariffa da Taranto: punto più lontano da quale si può arrivare in provincia senza mai uscire dall’autostrada. In totale , secondo i calcoli fatti seguendo questo criterio, l’uomo avrebbe dovuto pagare poco più di 18.000 euro

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.