Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nasce l’Avis Imperia, prima iniziativa domani al Bowling di Diano

Se in Liguria sono decine le sezioni operative nelle altre province, quella di Imperia sarà la prima in assoluto in questa

Più informazioni su

Imperia. Uno dei gesti più nobili dell’uomo è considerato quello di donare il sangue. Un nuovo appuntamento per chi donatore è già o per chi lo vuole diventare è fissato, su iniziativa dell’Avis Liguria tramite la costituenda sezione di Imperia (prima della provincia), per la mattina di domani, sabato 10 dicembre, dalle ore 8 alle 13, presso il Bowling di Diano, a Diano Castello, in via Diano San Pietro 105: un’ottima occasione per fare, proprio alla vigilia delle festività natalizie, un regalo speciale. Sarà presente un’autoemoteca con qualificato staff che fornirà tutte le informazioni necessarie e, verificato che vi siano tutti i requisiti, potrà procedere con il prelievo. Giova sapere che possono donare coloro che sono in buona salute, hanno un’età compresa ra i 18 ed i 60 anni, peso superiore ai 50 kg, pulsazioni comprese tra 50 e 100 battiti al minuto, pressione massima compresa tra 110 e 180 e quella minima tra 60 e 100. Il personale medico valuterà attentamente questi ed altri parametri affinché la donazione sia sicura, sia per il donatore che per la persona che la riceverà. La donazione dura pochi minuti ed è meglio presentarsi a digiuno.

L’Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) è una delle benemerite organizzazioni presenti sul territorio nazionale, che si occupa di raccolta di sangue.

A tutti i donatori il Bowling di Diano, partner dell’iniziativa, offrirà presso il proprio bar (apertura straordinaria per tutta la mattinata) una lauta colazione. Inoltre sarà consegnato un buono bibita offerto dalla pizzeria Girasole. La lodevole iniziativa “Accetta la sfida! Io dono, tu cosa hai deciso?” si avvale del patrocinio del Comune di Diano Castello.
“Abbiamo bisogno di nuovi donatori di Vita – afferma Davide “Dido” Binaggia, presidente in pectore della sezione di Imperia dell’Avis -. Vogliamo far tornare la voglia di donare a chi una volta lo faceva ed ha smesso. Un ringraziamento particolare a chi ha reso possibile questa giornata, agli amici ed ai volontari che si stanno adoperando per rendere possibile il nostro progetto e le iniziative ad esso collegate”.

Per maggiori informazioni: Dido 393.3678372 – Max 335.1404244

E-mail: avisimperia@libero.it – liguria@avis.it – Pagina FB: AVIS Imperia

Cos’è l’Avis?

L’Avis è un’Associazione di volontariato(iscritta nell’apposito Registro Regionale e disciplinata dalla Legge 266/91) costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. E’ un’associazione apartitica, aconfessionale, senza discriminazione di razza, sesso, religione, lingua, nazionalità, ideologia politica ed esclude qualsiasi fine di lucro e persegue finalità di solidarietà umana.
Fondata
a Milano nel 1927 dal dott. Vittorio Formentano, costituitasi ufficialmente come Associazione Volontari Italiani del Sangue nel 1946, riconosciuta nel 1950 con una legge dello Stato Italiano, l’Avis è oggi un ente privato con personalità giuridica e finalità pubblica e concorre ai fini del Servizio Sanitario Nazionale in favore della collettività. Fonda la sua attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia e della partecipazione sociale e sul volontariato quale elemento centrale e strumento insostituibile di solidarietà umana.

Gli scopi dell’associazione fissati dallo Statuto erano e sono: venire incontro alla crescente domanda di sangue, avere donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute, donare gratuitamente sangue a tutti, senza alcuna discriminazione.
All’Avis possono aderire gratuitamente sia coloro che donano volontariamente e anonimamente il proprio sangue e sia coloro che, pur non potendo per motivi di inidoneità fare la donazione, collaborano però gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.
L’Avis è una Associazione di volontari: volontari sono i donatori e volontari sono i suoi dirigenti.
L’Avis è presente su tutto il territorio nazionale con una struttura ben articolata, suddivisa in 3.418 sedi Comunali, 121 sedi Provinciali, 22 sedi Regionali e l’Avis Nazionale, il cui organo principale è il Consiglio Nazionale.

Se in Liguria sono decine le sezioni operative nelle altre province, quella di Imperia sarà la prima in assoluto in questa.

Chi è Davide Binaggia, uno dei principali promotori della prima sezione Avis di Imperia ?

Sono Davide Binaggia, ma da tempo tutti mi chiamano Dido. Risiedo a Imperia e lavoro come cassiere presso il supermercato Basko di Diano Castello. Sono affetto da Thalassemia major, più comunemente detta Anemia mediterranea. Ogni tre settimane devo sottopormi a trasfusioni di sangue per poter vivere, oltre altre complicanze dovute alla mia malattia. La principale medicina che mi tiene in vita è la trasfusione di sangue, sangue che come sappiamo non si può produrre, ma deve essere donato da persone di buon cuore. Sono consapevole che la mia vita dipenda, oltre che dai medici, da altre persone: se nessuno donasse più sangue, io morirei. E’ triste a dirsi, ma è cosi. Questa mia necessità mi ha reso consapevole di essere in debito con la società e cosi ho cercato di rendermi utile nel volontariato. Per molti anni sono stato milite soccorritore con abilitazione Dae per una pubblica assistenza locale, ma per problemi di schiena ho dovuto lasciare. Così, circa un anno fa, ho fatto un corso di clown terapia con il Gruppo Clown per Bene (Associazione Sprofondo Onlus di Imperia). Sono diventato un clown terapeuta e con gli amici clown vado spesso nelle strutture a donare un sorriso ai ragazzi disabili ed agli anziani. Raccontando la mia storia di paziente è nata l’idea di creare qualcosa di nuovo che in zona non c’era. Al tavolo di un bar è nato il progetto Avis Imperia (Avis è un’organizzazione nazionale che si occupa della donazione del sangue, acronimo di Associazione Volontari Italiani Sangue, sito www.avis.it). E’ stata una strada lunga e tortuosa, ma presto il sogno si avvererà. Per questo devo ringraziare l’Avis provinciale e quelle locali di Savona ed a tutte le Avis liguri per l’aiuto ed il sostegno che ci stanno dando per portare a buon fine questo progetto. Un ringraziamento particolare ad Alessandro Casale, presidente Avis regionale, autentico e indispensabile punto di riferimento senza il quale non sarebbe stato possibile realizzare questo sogno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.