Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le attività rivolte agli studenti del Fermi Polo Montale foto

Tra progetti di studio e alternanza scuola lavoro, scoperta del territorio transfrontaliero e viaggi culturali

Più informazioni su

Ventimiglia. Al Fermi Polo Montale fervono le attività per cercare di offrire il maggior numero di stimoli, nonostante le generali difficoltà in cui versa la scuola italiana.
Sono partiti lunedì 12 dicembre 15 ragazzi dell’indirizzo marketing del Montale, per l’ormai storico scambio culturale con il Bodensee Gymnasium di Lindau, accompagnati dalla promotrice del progetto, la prof Renate Holler, che da 11 anni permette ai suoi allievi di vivere la straordinaria esperienza di immergersi per una settimana in una cultura diversa, ospiti delle famiglie dei ragazzi corrispondenti tedeschi, conoscendo così modi diversi di fare scuola ed esplorando l’affascinante territorio della città isola situata nel Lago di Costanza.
Sempre con la prof Holler, un altro gruppo di ragazzi , la 5 T del liceo tecnologico,dal 21 al 25 novembre ha potuto vivere l’intensa esperienza del ricordo dell’olocausto, con un soggiorno a Monaco di Baviera e la visita guidata del campo di Dachau, del museo ebraico e del Deutsches Museum, che offre la collezione tecnologica scientifica più grande al mondo.

A Gennaio, con il coordinamento della prof. Cristofori per l’indirizzo marketing e del prof. Mastella per l’indirizzo tecnologico del Montale, partiranno le attività di alternanza scuola-lavoro presso gli uffici IAT di Bordighera, una esperienza che dovrebbe far capire ai ragazzi il valore del territorio in cui vivono e l’importanza della promozione di tutte le risorse storiche, culturali, economiche e paesaggistiche esistenti.

Dall’anno scorso, al Marco Polo di Ventimiglia, è partito un nuovo progetto denominato “scoperta del territorio transfrontaliero. progettazione di start-up innovative”.
Il progetto, lanciato e coordinato dai prof. Angela Silvestro, Marina Alberto, Silvia Alborno e Antonio Gallo, rientra anch’esso nell’alternanza scuola-lavoro, ed è aperto agli allievi dei tre istituti. si affianca ai tradizionali stage organizzati ogni anno presso studi professionali, hotel, aziende pubbliche e private.

A maggio 2016 un folto gruppo del Polo ha scoperto la Val Roya prima a scuola tramite incontri con la guida naturalistica Diego Rossi, al termine dei quali si è svolta un’uscita sul territorio, completa di trekking e visita con pranzo nell’azienda agricola e fattoria modello Riberi di Tenda.

A inizio ottobre alcune classi del Montale sono state coinvolte in questo progetto, accompagnate dalle prof. Cristofori e Alborno alla visita inedita del 29esimo festival del libro di Mouans-Sartoux, grande evento culturale che attira ogni anno un grande flusso di turismo culturale, 60.000 visitatori tra cui migliaia di studenti da tutta la regione PACA. Il tema, particolarmente sensibile proposto quest’anno e che ha dato il titolo all’evento è stato: VIVRE!

Chiaro il riferimento e le riflessioni proposte sui recenti fatti di Nizza e sugli attentati che dal 7 gennaio 2015 hanno sconvolto la Francia è il mondo.

Sempre in questo ambito il progetto che esplora i tradizionali mercati Italo francesi : lo hanno lanciato i ragazzi della 4 P del Polo, che dopo aver preparato un questionario in classe, sono usciti sul “territorio” del mercato del venerdì, accompagnati dai prof Alborno e Gallo, per realizzare interviste con i turisti francesi di prossimità, che hanno risposto con grande disponibilità, simpatia e interesse a questa iniziativa, facendo anche capire ai ragazzi che la loro idea e immagine negativa del “turista francese che viene al mercato” spesso è solo frutto di pregiudizio.

Infine, martedì 13 dicembre, un gruppo di allievi ha fatto un’uscita a Nizza alla scoperta della Riviera degli inglesi a cavallo tra ottocento e novecento, visita che si è risolta in un trekking urbano che dalla stazione ha attraversato l’affascinante quartier des musiciens, per passare dal Musée Massena e l’hotel Negresco, percorrendo quindi la promenade des anglais fino al mercato di cours Saleya e la città Vecchia, per poi concludersi al meraviglioso parco “coulée verte”, straordinaria e recente realizzazione verde della città.
Work in progress.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.