Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Ambasciatore d’Italia a Monaco Cristiano Gallo, “Promuovere il made in Italy” foto

Punto della situazione con l'ambasciatore Gallo sui nostri connazionali, tra i quali molti imperiesi, che vivono e lavorano nel Principato di Monaco

Monaco. A tu per tu con Cristiano Gallo ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco dal 19 settembre scorso. Con il rappresentante diplomatico del tricolore a Monaco abbiamo fatto un punto della situazione sui nostri connazionali che vivono sotto la corona del Principe Alberto II ma non solo.

ambasciata d'italia a monaco

Quale è il rapporto con la comunità italiana?

“Devo dire che ho trovato una comunità italiana cospicua e di alto livello, persone interessanti che operano e vivono nel Principato di Monaco da molti anni. Per me è stato uno scambio molto interessante, sapere come sono arrivati qui, i loro percorsi, perchè il Principato di Monaco o perchè viene tutt’ora scelto, le loro idee e quant’altro. La comunità dei residenti – prosegue – è in crescita, 8200 sono gli italiani che che risiedono a Monaco per tutta una serie di motivazioni. Il paese sta cambiando pelle, un Principato più vicino all’Europa, anche se Monaco è già in Europa e di fatto è una delle sue porte di entrata più scintillanti.”

Sui lavoratori frontalieri?

“E’ un dato positivo, c’è un gran movimenti. E’ positivo che ci sia questa domanda e che gli italiani rispondano: sono tutti ben integrati  ma è chiaro che si può fare di più vedi nell’ambito della sanità o del telelavoro.”

Sulla diffusione della cultura italiana nel Principato?

“C’è sempre qualcosa in cantiere. Ad ottobre è stata celebrata la settimana della cultura italiana, a novembre abbiamo promosso la nostra cucina, un binomio di impresa e cultura: è importante promuovere il made in Italy perchè qui a Monaco la domanda di eccellenza è alta.”

 

L’Ambasciatore Cristiano Gallo nasce a Napoli il 22 agosto 1960;

• Coniugato con la Dott.ssa Sabrina Ducceschi e padre di tre figlie;
• Il 23 ottobre 1983 si laurea in Scienze Politiche presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli;
• Il 14 febbraio 1987 entra in carriera diplomatica e viene assegnato all’ufficio Borse di Studio della Direzione Generale Relazioni Culturali del Ministero degli Affari Esteri;
• Il 20 maggio 1989 viene nominato secondo segretario commerciale ad Abu Dhabi, EAU;
• Il 2 luglio 1993 diventa primo segretario a Maputo, Mozambico;
• Nel gennaio del 1997 rientra al Ministero degli Affari Esteri, presso l’Ufficio Africa Subsahariana della Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo;
• Nel febbraio del 1999 è destinato a Riad, Arabia Saudita, in qualità di Consigliere politico e Vicario del Capo missione;
• Con le stesse funzioni, nel novembre 2002, viene trasferito presso l’Ambasciata a Bucarest;
• Nel luglio 2007 rientra al Ministero degli Affari Esteri al Cerimoniale Diplomatico della Repubblica;
• Nel marzo 2009 assume l’incarico di Capo del Servizio Affari Internazionali del Cerimoniale di Stato a Palazzo Chigi;
• Nell’ottobre 2012 viene nominato Capo dell’Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le onorificenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
• Nel giugno 2013 è nominato Consigliere per gli Affari di Cerimoniale presso l’Ufficio del Presidente del Consiglio dei Ministri;
• Tra il 2014 e il 2016 è al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale alle dirette dipendenze del Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica;
• Il 1 Agosto 2016 assume le funzioni di Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco;

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.