Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Liguria terra anziana, di mamme mature e padri che non credono più nel matrimonio

La fotografia scattata dall'Istat nell'Annuario statistico nazionale 2016

Liguria. Un processo di invecchiamento della popolazione oramai diventato inesorabile. Gli analisti dell’Istat nell’Annuario statistico nazionale 2016 hanno confermato che la Liguria è una terra sempre più vecchia. Secondo gli ultimi rilevamenti  infatti, l’indice di vecchiaia, già negli ultimi anni in costante progressione, ha raggiunto vette ancora più alte con un valore di 246,5 anziani ogni 100 giovani. Nello specifico, i liguri con più di 65 anni rappresentano il 28%  sul totale della popolazione, quelli di età compresa fra i 15 e i 65 anni sono il 60,5% , mentre i più piccoli (0-14) costituiscono soltanto l’11,5%.

Una composizione anagrafica quasi paradossale degna del miglior film caricatura alla grande pellicola hollywoodiana dei fratelli Cohen. E altro non poteva essere. Basti considerare che se i nati sono 10.749, i morti sono 22.468, e il rapporto fra i due dati non può che annullare ogni possibilità di cambio generazionale. Aggiungendo poi che il tasso di fecondità è tra i più bassi d’Italia – 1,33 di cui 1,21 per la donna italiana e 1,93 per la donna straniera – e che l’età media della madre è piuttosto alta – 31,8 di cui 32,8 per la madre italiana e 31,8 per la madre straniera – parlare d’emergenza nascite è tutto tranne che fuori luogo. Anzi, senza le coppie straniere o miste asili, elementari, negozi prima infanzia sarebbero sempre più vuoti.

Dai dati Istat emerge anche che all’interno del matrimonio sono nati 7.055 65,6 bambini, fuori 3.694 34,4. Più figli dunque da coppie coniugate, seppur il desiderio di convolare a nozze si è smarrito nel corso del tempo: in un anno sono stati celebrati appena 4.874 matrimoni, di cui 1.980 con rito religioso e 2.884 con quello civile. E fortunatamente i fiori d’arancio hanno attirato molto poco, perché parallelamente il numero delle separazioni e dei divorzi è cresciuto giorno dopo giorno (2.688 le separazioni, 2.0162 i divorzi). Insomma, anche la vecchia e cara concezione di famiglia è finita in soffitta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.