Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia: stalking e lesioni nei confronti della vicina, ma per il giudice l’imputato va assolto

Una storia che aveva avuto come teatro le case parcheggio di via Airenti a Porto Maurizio

Imperia. Il pubblico ministero Tiziana Berlinguer, al termine della sua requisitoria, aveva chiesto l’assoluzione per l’accusa di stalking, ma di andare giù duro con una condanna a un anno e otto mesi per lesioni personali aggravate dai futili motivi. Alla fine un quarantacinquenne imperiese è stato “graziato” dal giudice Caterina Ungaro e assolto per non aver commesso il fatto nel primo caso e perché non sussiste nel secondo.

Una storia che aveva avuto come teatro le case parcheggio di via Airenti a Porto Maurizio. La donna aveva sostenuto di essere stata aggredita e malmenata dall’uomo. Era emerso anche dai referti medici del pronto soccorso indicando come autore il quarantacinquenne. Quest’ultimo, in realtà ha sempre negato, imputando i fatti al cognato della donna.

Nel corso delle udienze che hanno preceduto la sentenza di oggi sono sfilati in aula diversi testimoni e nonostante ciò non è stato possibile chiarire nei dettagli la vicenda che si è conclusa con una sentenza assolutoria per l’imputato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.