Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, alla parrocchia di San Benedetto Revelli il tradizionale presepe foto

Ogni anno viene realizzato, pur rimanendo fedeli alla tradizione, con tecniche e scenari sempre nuovi

Imperia. Anche quest’anno la parrocchia di San Benedetto Revelli di Imperia con la collaborazione di 12 volontari conosciuti come “Amici per il Presepe” ha allestito per il Natale 2016 il tradizionale presepe.

Un Presepe che ogni anno viene realizzato, pur rimanendo fedeli alla tradizione con tecniche e scenari sempre nuovi; negli anni scorsi abbiamo rappresentato la Natività ai piedi di un faro, sotto la protezione di una grande quercia, in viaggio su una mongolfiera di 5 metri, sul fondo dei mari tropicali, tra i pianeti, in viaggio su di un carro.

Il Tema che si è voluto sviluppare quest’anno si può riassumere con la frase seguente “La Sorgente del Pane“ “Il Pane Nuovo”, seguendo dunque una dimensione nettamente Eucaristica. Per poter comprenderne il significato dopo una visione d’insieme e’ necessario soffermarsi sui segni.

Partendo dal lato sinistro è possibile notare la presenza di un grande mulino, costruito in pietra secondo la nostra tradizione ligure, nel cui interno una grande macina trasforma il grano frutto della terra e del lavoro umano in farina, componente necessaria del pane nuovo.
All’esterno del mulino una sorgente, che ne aziona la ruota e’ immagine di quella fonte simboleggiata dal pane nuovo che saziera’ la sete di ogni vivente.

L’acqua come elemento primordiale ci fa pensare alla bonta’ della creazione e alla purezza della vita.
Il piccolo laghetto dove essa si raccoglie e’ espressione dell’acqua del Battesimo scaturita dal pane nuovo capace di lavare il peccato di origine che ogni uomo porta in se fin dalla creazione del mondo.

Un Pastore chiamato per primo dagli angeli attraversa un ponte che lo conduce alla Natività: è segno dell’umanità in cammino che percorrendo tutta la storia della salvezza vede finalmente realizzate le promesse divine.

Infine nel cuore della Nativita’ fra Giuseppe e Maria ecco scorgersi il principio e la fine di ogni cosa “Il Pane Nuovo” una bambino deposto in una mangiatoia proprio per farsi “mangiare”, cioe’ per trasformare la sua breve esistenza con Noi in un pane spezzato.

Cari amici, lasciamoci ancora stupire, ne vale la pena, non perdiamo questa occasione facciamo una visita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.