Imperia, 800mila euro per sistemare la caserma Crespi e ospitare i migranti foto

Il progetto è frutto di un'intesa tra Stato e Regione

Imperia. 800mila euro per sistemare parzialmente la caserma Crespi e ospitare così i migranti. Le ex scuderie dell’immobile di proprietà del Demanio sono state scelte per alloggiarvi gli stranieri.
Lo si evince da una lettera inviata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il progetto è frutto di un’intesa tra Stato e Regione.

E se il capoluogo di provincia sistemerà qualche decina di migranti, la città di confine, Ventimiglia, continua a vivere nell’emergenza: al Parco Roja il numero degli stranieri è in continuo aumento. Solo ieri ne sono arrivati almeno cinquanta. Il numero degli ospiti nel centro di accoglienza allestito dalla Prefettura e gestito dalla Croce Rossa è sempre stato superiore ai 360 per cui era nato.
Grazie alle tende da campo della CRI i migranti non dormono all’aperto: nei moduli abitativi, infatti, ci sono posti letto solo per 360 persone.

Oltre al Parco Roja, un altro centinaio di stranieri, soprattutto donne e bambini, sono ospiti della chiesa di Sant’Antonio di via Tenda, nel quartiere delle Gianchette: qui, i numeri oscillano di continuo in quanto quotidianamente i migranti cercano di oltrepassare il confine per raggiungere la vicina Francia. Molte volte ce la fanno, altre sono intercettati dalla gendarmerie e rispediti indietro.