Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

De Souza: “Sono qui per disputare un campionato di qualità”

Più informazioni su

Arma di Taggia. L’ultima gara del del girone di andata della serie di vedrà l’Argentina impegnata fuori casa contro il Sestri Levante, squadra attualmente ai bassifondi della classifica in piena zona play out. Dopo il pareggio casalingo raccolto domenica scorsa contro la Fezzanese l’Argentina cerca di chiudere il 2016 nei migliori dei modi è l’avversario ideale per portare a casa i tre punti sembrerebbe essere la squadra genovese. A far crescere l’entusiasmo in casa rossonera è il nuovo arrivato Diego Simoes De Souza che carica i compagni ma li mette in guardia da un rivale semplice sulla carta come può essere il Sestri Levante.

Diego inanzitutto vorrei chiederti che cosa ti ha spinto a scegliere la società rossonera nel mercato di riparazione?

“Prima giocavo a Gozzano squadra dove ho segnato un gol in serie D ma era tempo di cambiare aria e fra le numerose offerte ho scelto proprio l’Argentina perché ha un progetto ambizioso e dispone di un organico di qualità inoltre la società Taggese mi ha riservato un grandissimo benvenuto mettendomi a disposizione un comodo alloggio e in più ho scelto proprio questa squadra per il bel clima che si respira in Ponente.”

Anche se prima incontravi le squadre piemontesi il campionato rimane sempre di serie D però nel girone ci sono più le Liguri e le toscane. Ti aspetti una grande differenza rispetto al torneo in cui giocavi in precedenza?

“Prima di tutto spero di adattarmi all’ ambiente di questa città, ai compagni e alle idee del mister che già avuto modo di incontrare, personalmente non penso che ci sia una grande differenza perché in serie D qualunque sia il girone c’è sempre un grande equilibrio a fare le compagini e nessuna partita è data per scontata così come non sarà scontata la gara contro il Sestri Levante, contro questa squadra non ho ha avuto l’occasione di giocare però per esperienza personale so che quando ti trovi in queste situazioni cerchi sempre di racimolare più punti possibili, specialmente ora che si avvicina la sosta natalizia c’è bisogno di arricchire la classifica perché quello che inizia a gennaio è un campionato nuovo da tutti i punti di vista sia fisico che psicologico.” 

Essendo brasiliano, sarai anche un po’ scaramantico cosa pensi a proposito della maledizione dello Sclavi?

“Personalmente penso che sia una questione di testa, lo stato psicofisico di un giocatore quando giochi a certi livelli è importante e può capitare che ci siano delle distrazioni nel corso del match ma non è l’unico fattore, ci sono altre variabili come ad esempio episodi di gara che possono condizionare l’andamento della partita l’importante secondo me e restare concentrati fino alla fine in modo da non incappare in spiacevoli sorprese . Nel calcio niente è dato per scontato e nell’arco di 90 minuti può capitare anche l’impossibile.”

Hai qualche obiettivo stagionale da fissare più per l’anno prossimo dato che il girone di ritorno incomincerà a gennaio?

“Come già detto in precedenza ci tengo a ribadirlo ho accettato il progetto dell’Argentina ha degli obiettivi ambiziosi e il mio obiettivo è unilaterale perché miro a fare un campionato di qualità, personalmente spero di crescere dal punto di vista calcistico punto non posso dire che farò 40-50 gol perché quello che ho da offrire lo metterò sul terreno di gioco posso sicuramente promettere che darò la massima disponibilità in questa nuova avventura.”

A proposito del mister e dei compagni che impressione ti hanno dato?

“Per quanto riguarda il mister, appena sono entrato ad allenarmi ha cercato di incitarmi e mi ha fatto sentire a casa, è una persona carismatica che cerca sempre di tirare fuori il meglio dai suoi ragazzi per quanto riguarda i compagni devo dire che c’è tanto entusiasmo all’interno del gruppo, il gruppo è un gruppo solido, cercherò di integrarmi al meglio e di ripagare la fiducia.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.