Quantcast
Cervo, per i profughi il Comune mette a disposizione gli ex spogliatoi dello Steria - Riviera24
Prime aperture

Cervo, per i profughi il Comune mette a disposizione gli ex spogliatoi dello Steria

Attualmente c’è un deposito di attrezzature comunali, sull’argine del torrente Steria, ma l'area è stata ripulita

Ventimiglia, migranti nell'area riservata ai carristi

Cervo. Reperire strutture dove poter ospitare i migranti che sbarcano nel sud Italia in particolare a Lampedusa e sulle coste della Calabria per poi essere “spalmati” su tutto il territorio nazionale. Anche la prefettura di Imperia, come altre sparse nella Penisola, è stata incaricata di individuare siti idonei dove poter far alloggiare i migranti. Anche le cittadine del Golfo Dianese non sono da meno.

Dall’ufficio territoriale del Governo di Imperia è partita quindi una richiesta ufficiali ai sindaci del territorio. Alle risposte negative arrivate dalle amministrazioni ce n’è una che va controcorrente. Cervo ha individuato gli ex spogliatoi della squadra di calcio dove poter far alloggiare i profughi. Attualmente c’è un deposito di attrezzature comunali, sull’argine del torrente Steria, tra il campo sportivo e il “guado” che porta a San Bartolomeo al Mare. Recentemente l’area è stata ripulita, e un paio di settimane fa è stata visionata dalle autorità competenti.

Come in altri comuni della provincia di Imperia anche a Cervo si sa che i migranti devono essere ospitati in aree e edifici con requisiti ben precisi. Ora l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gian Paolo Giordano è in attesa di una risposta dopo aver manifestato la possibilità di poter accogliere i profughi. Al tempo stesso sono state suggerite alternative sempre sul nostro territorio comunale, ma si tratta di aree e di fabbricati che non sono di competenza dell’ente pubblico.

commenta