Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla scoperta del principato di Monaco con il Tour de la Tête de Chien

Si trova nel comune di La Turbie, ha un'altitudine di 550 metri e sovrasta Montecarlo

Nuovo appuntamento domani con le escursioni organizzate da MY Monesi Young. Questa volta si procederà nel principato di Monaco con il Tour de la Tête de Chien. “Tête de Chien … un imponente bastione calcareo a picco sul mare, così chiamato per la sua conformazione, riconoscibile anche da distante, somigliante al profilo della testa di un cane. Si trova nel comune di La Turbie, ha un’altitudine di 550 metri e sovrasta il Principato di Monaco insieme al Mont Agel. Una volta fortezza militare è uno dei punti più suggestivi e panoramici della Costa Azzurra. – spiegano da Monesi Young – Questo percorso ad anello prende il via dal piccolo comune di Cap d’Ail, località della Costa Azzurra rinomata per la sua magnifica Plage de la Mala”.

“L’itinerario, ricalcando in parte il tracciato originale di un antico lastricato romano, collegamento tra il Castellaro di Mont de Mules ed il Trophée des Alpes a La Turbie, sempre con vista mozzafiato sui molteplici golfi, capi e promontori, si immerge nella macchia mediterranea tra euforbie, lentischi, profumatissimo rosmarino in piena fioritura, lecci, pini marittimi e roverelle, accompagnandoci a costeggiare le falesie de La Loubière, dove, “appesi” a questi strapiombanti bastioni calcarei bianchissimi, è facile scorgere più di un climber, intento ad arrampicarsi su una delle tante vie di salita. Giunti sulla sommità, ci si trova in una zona completamente occupata dalle numerose strutture militari del Fort de la Tête de Chien, chiamato anche Fort Massenà, e da qui la visuale è immensa, spaziando su un tratto di riviera estremamente vasto, che va da Bordighera a St. Tropez, sui mille paesini dell’entroterra nizzardo e sulle alpi marittime in parte innevate”.

“Iniziamo la discesa, dopo aver aggirato i resti di un cammino di ronda, dominato dalla struttura del CNET Centro Nazionale Studi Telecomunicazioni, immersi in un ambiente selvaggio a breve distanza dalla Fortezza dei Grimaldi e dai grattacieli monegaschi. Proseguendo, seguiamo le indicazioni per La Turbie, un balcone sopra il Principato situato a 450 m s.l.m., facilmente e rapidamente raggiungibile con percorso pressoché pianeggiante, quindi … una “scappatina” per una sosta golosa è d’obbligo … Entriamo nel borgo murato da una delle porte e ci troviamo di fronte l’imponente Trophée des Alpes, monumento fatto erigere dall’Imperatore Augusto nel I secolo a.C., alto ben 35 metri, che celebrava la vittoria dei Romani sulle barbare tribù dei Liguri montani. Un giro per le vie del paese al momento in versione natalizia e, passando di fianco ad alcune cavità inserite nei bastioni calcarei, torniamo sui nostri passi, rientrando a Cap d’Ail”.

INFORMAZIONI
Grado di difficoltà – E – Escursionistica – L’itinerario non presenta particolari difficoltà tecniche.

Punto di ritrovo: Ore 8.00 – Imperia Oneglia parcheggio Agnesi lato mare – spostamento con mezzi propri Tempo di percorrenza – 5 ore circa + soste Altitudine massima raggiunta: 550 m

Escursione riservata ai soli tesserati MY – Monesi Young – costo tessera annuale € 20,00 Contributo spese organizzative € 10,00 e per ragazzi fino ai 18 anni € 5,00

CONSIGLI DELLE GUIDE MY
Bastoncini da trekking e scarponcini con buona suola e buoni calzettoni, pantaloni lunghi e abbigliamento da trekking possibilmente in tessuto tecnico con possibilità di ricambio, guanti, cappello, mantella impermeabile, macchina fotografica, tazza MY e borraccia con scorta di almeno un litro e mezzo d’acqua. Pranzo al sacco a cura dei partecipanti.

Prenotazioni tramite cellulare e WhatsApp: Mara Pedrazzi – 333.58.24.314 – Guida Ambientale Escursionistica iscritta Aigae Barbara Campanini – 346.79.44.194 – Guida Ambientale Escursionistica iscritta Aigae

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.