Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, rissa tra migranti al Parco Roja: 19enne aggredisce giovane sudanese per una scommessa al calcio balilla foto

Necessario l'intervento dei carabinieri che hanno arrestato il migrante

Più informazioni su

Ventimiglia. D.B., migrante 19enne proveniente dalla Guinea, ospite del campo di accoglienza allestito al Parco Roja, è stato arrestato ieri dai carabinieri della stazione di Ventimiglia Alta per aver aggredito un giovane sudanese, spaccandogli alcuni denti e spostandogli la mandibola con un pugno.

La discussione è nata a seguito di una scommessa al calcio balilla. All’interno del campo gestito dalla croce rossa, infatti, un gruppetto di extracomunitari erano impegnati in una acceso torneo e, a sfidarsi, erano proprio D.B., e F.M., 18enne del Sudan. Per rendere il match ancora più avvincente, i due stranieri hanno deciso di scommetterci sopra: la posta in palio era di 5 euro.
A vincere l’incontro è stato il 19enne guineano: il suo rivale, però, non essendo convinto della vittoria dello sfidante, si è rifiutato di saldare il debito. Da questo è scaturito un violento alterco, culminato con l’aggressione da parte del vincitore: un pugno secco sferrato all’altezza della bocca del 18enne ed entrambi finiscono a terra pieni di sangue.

Si perché i danni sono per entrambi: 4 denti saltati e lo spostamento della mandibola per il 18enne del Sudan, un taglio profondo alla mano destra causato dal conficcamento dei denti tra due dita per il 19enne della Guinea; entrambi accompagnati al punto di primo intervento dell’ospedale di Bordighera.

La gravità delle lesioni inflitte al 18enne, guaribili in 35 giorni, ha costretto i militari in servizio di ordine pubblico a procedere nei confronti di D.B., arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate dall’aver commesso il fatto per futili motivi e dall’aver cagionato un indebolimento permanente della bocca.
Al termine delle formalità, il giovane è stato accompagnato in carcere ad Imperia dove si trova tutt’ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.