Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Valle Arroscia in ginocchio: Rezzo ancora isolata, ecco il video della valanga di fango foto

Sindaci e presidente della Provincia invocano gli aiuti: "La vallata vuole risorgere, da soli è tutto più difficile"

Rezzo. Ecco le immagini choc della frana di Lavina di Rezzo che si è portata via una casa e ne ha minacciate altre due. Appartengono a tre fratelli della famiglia De Canis ancora fuori casa insieme ad altre famiglie che vivono nella località di Borghetto devastata dalla furia del rio Santa Lucia che è esondato. E’ il video drammatico che, insieme a quello di Monesino, fa capire gli effetti disastrosi della tempesta d’acqua che ha colpito la Valle Arroscia e il Parco delle Alpi Liguri.

lavinia di rezzo

“La prefettura – spiega il sindaco di Rezzo Renato Adorno – sta facendo il massimo per far dichiarare lo stato di calamità. Tutti i Comuni di questa vallata hanno necessità di essere aiutati per riattivare e garantire i servizi. Ma in mano non abbiamo ancora nulla”. Praticamente tutta la Valle Arroscia, e lo ha fatto anche ieri durante l’incontro col prefetto Silvana Tizzano, invoca lo stato di calamità. “Senza quello non avremo alcun centesimo per rimettere in piedi i nostri paesi”, dicono i sindaci.

E in effetti la situazione è delicata. I sopralluoghi nelle frazioni e nelle borgate anche attorno a Pieve di Teco sono continui. “E’ un momento difficile – dice il sindaco di Pieve di Teco Alessandro Alessandri – Se non vengono finanziate al più presto le somme urgenze non so come ne usciremo”. E lo stesso presidente della Provincia di Imperia Fabio Natta auspica davvero che la Regione Liguria con il presidente Giovanni Toti si attivi per garantire un futuro ai centri colpiti e alle popolazioni di queste zone che hanno subito danni enormi alle strade, alle case e alle attività commerciali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.