Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sull’Islam aveva ragione la Fallaci. Magdi Cristiano Allam ne parla all’associazione Italia Israele

Nel libro 'Io e Oriana' la consapevolezza "che Oriana aveva ragione nell'indicare l'islam come radice del Male".

Ventimiglia. Ennesimo asso nella manica per l’associazione Italia Israele che, nel suo calendario di eventi culturali,martedì 6 dicembre alle ore 16 presso la parrocchia di San Agostino a Ventimiglia avrà come protagonista Magdi Cristiano Allam che parlerà della sua straordinaria amicizia con Oriana Fallaci tanto da essere ispiratrice del suo ultimo libro “Io e Oriana”.

La visione e la condanna verso quell’Islam radicale fu per la lungimirante scrittrice toscana, che morì dieci anni fa, una coraggiosa prerogativa professionale che le costò le inimicizie di  molti. Idee forti, vitali per la rivisitazione delle scelte di fondo di Allam che finì per aderirvi completamente. “Con Oriana – spiega Allam dal suo sito – un rapporto intellettuale, affettivo e di stima che è stato a un passo dall’esprimere il meglio di noi stessi traducendosi in un’opera comune, il libro “Magdi Allam intervista Oriana Fallaci”, effettivamente scritto ma non pubblicato, che avrebbe potuto essere il capolavoro della nostra vita. Ed ancor prima della sua morte, il 15 marzo del 2006, presi atto che Oriana aveva ragione nel considerare i terroristi islamici la vera rappresentazione dell’islam e nel condannare anche i sedicenti “musulmani moderati” che ci impongono la legittimazione dell’islam come religione e la costruzione delle moschee. Quando nella notte della Veglia Pasquale il 22 marzo 2008 decisi di abiurare l’islam e di convertirmi al cristianesimo, compresi che Oriana aveva ragione nell’indicare specificatamente l’islam come la radice del Male”.

Secondo Magdi Cristiano Allam noi tutti oggi, volenti o nolenti, siamo debitori a Oriana. Lei è stata indubbiamente la voce che più di altre ha saputo scuotere le nostre coscienze, ha saputo costringerci a guardare in faccia alla realtà della guerra scatenata dal terrorismo islamico nel nome dell’islam”.

La soddisfazione è pertanto viva nella presidente dell’Associazione Italia Israele Mariateresa Anfossi: Apprezzo Magdi Cristiano Allam per la trasparenza e la gentilezza ma amche per le sue responsabili e incontestabili riflessioni verso il Corano e il suo fanatismo. Le sue esperienze religiose, che da musulmano oggi lo vedono cristiano, gli permettono di avere visioni realistiche, che meritano di essere ascoltate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.