Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Slow Food a Sanremo, Giacon: “E’ un anno vincente per l’enogastronomia locale”

L'intervento del presidente di Sanremo On in occasione del Consiglio nazionale di Slow Food

Sanremo. “Anche in questa occasione l’obiettivo della rete di impresa Sanremo On resta sempre lo stesso: contribuire con le sue iniziative al rilancio turistico di qualità della nostra città e del territorio, in collaborazione con il pubblico e con i partner privati interessati”. Lo ha dichiarato Romeo Giacon, presidente di Sanremo On in occasione del “taglio del nastro” di “Slow On. Weekend del Buongusto”, il grande contenitore di eventi collaterali organizzato e fortemente voluto dalla rete d’impresa per accogliere il Consiglio nazionale di Slow Food, dal 18 al 20 novembre a Sanremo.

riviera24 - presentazione slow on forte di santa tecla

“A tal proposito – prosegue il presidente – voglio anzitutto ringraziare il presidente regionale di Slow Food, Sergio Tron, che ha proposto alla nostra città di ospitare il Consiglio nazionale. Proposta che è stata accolta con gioia da Sanremo On e dai suoi 70 associati. Questo perché noi crediamo che lo slogan Buono, pulito e giusto debba rappresentare l’obiettivo di tutti gli imprenditori, e sia i già aderenti alla rete di impresa sia da quelli che un domani ci auguriamo desiderino aggregarsi. La volontà di qualificarsi infatti, rappresenta oggi un bisogno primario che ogni imprenditore deve coltivare per offrire prodotti d’eccellenza. Desidero quindi ringraziare il comune di Sanremo e tutti gli sponsor che hanno reso possibile l’organizzazione di questo evento: il comune di Sanremo, Olio Roi, Cantieri degli Aregai, Costa Ligure, acque Lurisia, le aziende vinicole Poggio dei Gorleri, Altavia e Altemasi, i prodotti ittici Verrini, gioielli e orologi di Abate, calzature e abiti di Franco, i foulard di Daphne, il Residence dei Due Porti e la Barca Furore 4. Quindi il Teatro Ariston Sanremo e il suo patron Walter Vacchino per aver concesso le sue sale congressi per il lavori del Consiglio nazionale di Slow Food; e l’architetto Sergio Raimondo che ha straordinariamente allestito la mostra Cibo d’autore al Forte nella struttura di Santa Tecla”.

“Ospitare questo evento nella nostra città – precisa Giacon – è un onore, è un’occasione che la contraddistingue per qualità. Fortunatamente Sanremo, vuoi per il clima, vuoi per la sua storia, vuoi per tante altre ragioni, tra cui la sua imprenditoria locale, è una città che nonostante tutto esercita un fascino insuperabile. Sanremo è evocata e ammirata da molti, specialmente da coloro che vivono al di fuori dei nostri confini. Ed è nostro il compito di promuoverla nel senso giusto, di far capire che non è solo la città del Festival: Sanremo è anche una città da visitare, da vivere, una città che può offrire tantissimo e sia sulla costa sia nell’entroterra dove si trovano tanti meravigliosi paesini che eccellono per diversi aspetti, tra cui quello dell’enogastronomia. E a riguardo credo che questo sia l’anno vincente. Già nel 2015 con Expo abbiamo incanalato le nostre energie nell’ambito del cibo e le abbiamo portate avanti intessendo rapporti sempre più strati con i territori limitrofi: a cominciare da Cuneo e provincia, quindi con la rete di impresa Limone On, per proseguire con le Langhe, un territorio che dal punto di vista dell’enogastronomia è molto avanti rispetto a noi. Ma possiamo raggiungerla, dobbiamo solo avere coraggio e fiducia e come imprenditori puntare sulle nostre aziende e sui nostri prodotti. Dobbiamo fare come sta facendo la nostra amministrazione comunale che ha investito nella riqualificazione urbana, intraprendendo tutta una serie di iniziative strategiche per rilanciare Sanremo e il suo turismo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.