Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

San Leonardo di Imperia: i premiati sono Brunetti, Peirano, Runco e don Raimondo

Più informazioni su

Imperia. L’appuntamento è per il prossimo 20 novembre alle 17,30 presso la sala consiliare del Comune di Imperia. Anche quest’anno torna il premio San Leonardo che accompagnerà i festeggiamenti patronali di Imperia.

Quattro i premiati: il campione mondiale di mountain bike Massimiliano Peirano, lo storico direttore del Videofestival di Imperia Fiorenzo Runco, il maresciallo dei carabinieri Antonio Brunetti “vittima del terrorismo” e don Ivo Raimondo, ex parroco del Duomo per dodici anni e ora vicario generale della diocesi di Albenga e Imperia che tra l’altro ha contribuito al rinnovamento della basilica più grande della Liguria.

Quella di quest’anno è la trentesima edizione del riconoscimento imperiese. “Un premio nato sulle piazze del Parasio poi diventato premio San Leonardo città di Imperia – ha sottolineato nella presentazione di oggi Giacomo Rainieri, presidente del Circolo Parasio – Riconoscimento che in passato è andato a Natta, Acquarone, Scajola, ma anche a Capacci e ad altri illustri personaggi del mondo dello sport, della cultura e dell’imprenditoria locale”.

Ancora Raineri: “Riteniamo, con l’assegnazione di questo premio, di dare, con il grande affetto che ci contraddistingue e con l’importanza di un’amministrazione comunale che lo sostiene, rappresentata dal sindaco Carlo Capacci e dall’assessore Nicola Podestà anche il riconoscimento di una città che spesso è restia ad assegnare riconoscimenti ai propri concittadini”.

Per il presidente del consiglio Diego Parodi “la cerimonia di San Leonardo è un premio diventata una tradizione importante per la nostra città. Importanti i personaggi che riceveranno il riconoscimento il 20 novembre in Comune. Sono tutte figure che si sono contraddistinte nel loro ruolo nella nostra città. Giusto che il premio San Leonardo sia ospitato in Municipio ora come in futuro”.  Anche l’assessore alla cultura Nicola Podestà ha sottolineato il valore del premio Parasio: “Imperia ha personaggi di un certo peso ed è giusto premiarli per il loro impegno anche sociale come il caso di don Ivo Raimondo. E allora dobbiamo fare in modo di sostenere e valorizzare quegli imperiesi che fanno conoscere il nome della città qui e fuori provincia. Tra l’altro questa è una tradizione che da 30 anni si svolge con un seguito eccezionale da parte del pubblico imperiese”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.