Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Raccolta rifiuti “porta a porta“ a Sanremo, l’Amaie Energia spiega l’ordinanza sindacale

Stilata una gerarchia di soluzioni per perseguire un sistema di raccolta ottimale

Sanremo. Amaie Energia e Servizi srl, a fronte di alcune richieste di chiarimenti ricevute sul posizionamento di cassonetti condominiali con chiave su suolo pubblico, spiega il contenuto dell’ordinanza sindacale di ieri, 9 novembre 2016, sulla raccolta rifiuti “ porta a porta “ .

L’azienda ribadisce che la ricerca di spazi privati interni alle aree condominiali ove posizionare i contenitori condominiali con svuotamento da parte dei propri addetti è immutata, resta il suo primo obiettivo ed è confermata dall’ordinanza: “solo in questo modo, dichiarano, si assicura la duplice esigenza di garantire comodità per l’utente e qualità di raccolta che consenta di raggiungere i risultati preventivati”.

Poiché però non tutte le situazioni sono idonee a questa modalità di esposizione e ritiro si è reso necessario stilare una gerarchia di soluzioni per perseguire un sistema di raccolta ottimale, ed a questo si riferisce la nuova ordinanza.

Quindi:

1) la prima scelta resta quella dello spazio pertinenziale del condominio ove posizionare permanentemente contenitori condominiali;

2) in seconda battuta, qualora non esista uno spazio idoneo, subentra la modalità di esposizione di mastelli unifamiliari da parte di ciascuna famiglia sull’area pubblica frontistante;

3) infine, soltanto nei casi in cui non solo non esistano spazi condominiali idonei ma l’esposizione singola non sia attuabile a causa della mancanza di spazi sui marciapiedi per l’esposizione, viene prevista una deroga ( al sistema dei mastelli ) che prevede il posizionamento su suolo pubblico di contenitori condominiali con chiave.

Quest’ultima opzione verrà autorizzata singolarmente e solo come estrema ratio al fine di risolvere tali casi di oggettivo difficoltà.

Infine l’azienda conferma che nelle zone nella quali il sistema di raccolta mediante mastelli unifamiliari interferisce con l’orario di una concentrazione di pubblici esercizi ovvero è difficilmente attuabile per oggettive difficoltà di carattere urbanistico e viario, è allo studio una soluzione che prevede, nel caso di impossibilità di posizionamento di contenitori condominiali su area privata, il sistema dei contenitori con chiave su area pubblica come unica soluzione attuabile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.