Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Molini di Triora firma protocollo d’intesa Slow Food

Da ora impegno in attività di valorizzazione del buono, pulito e giusto.

Molini di Triora. Nel comune di Molini il sindaco, conseguentemente alla delibera precedentemente approvata, ha firmato il protocollo d’intesa con Slow Food. “Siamo lieti che anche Molini di Triora entri a far parte dei comuni partner nell’iniziativa” commenta Marcello Storace fiduciario della Condotta Riviera Fiori-Alpi Marittime che, assieme a Flavio Gramegna corresponsabile dei presidi per la condotta, era presente alla firma . “Il territorio di Molini è ricco di tradizioni non soltanto culinarie; una rigogliosa bio diversità e l’amore che i suoi cittadini, oltre 600, dimostrano verso la propria terra ci rende orgogliosi di averli nei comuni virtuosi del protocollo. Dopo Mendatica, Triora, Prelà e Taggia anche Molini; siamo veramente felici e impazienti di cominciare a collaborare a nuovi progetti.” termina il fiduciario.

Come spesso dice Carlin Petrini: “non vi può essere innovazione senza tradizione e l’amministrazione comunale ha ben capito come sia utile questa collaborazione”. Alla firma del protocollo, oltre a Storace, erano presenti il sindaco Marcello Morando, il presidente del consiglio comunale Gianluca Osenda, l’assessore Luciano Capponi e i consiglieri Gianluca Carrara e Eugenio Alberti. “Siamo lieti di poter aderire a questo protocollo – dichiara il sindaco Morando – poiché la filosofia del buono pulito e giusto da tempo ci affascina. Siamo stati a Pollenzo, sede dell’Università di studi di scienze gastronomiche e della banca del vino, direttamente collegate a Slow Food, con un viaggio organizzato da codesta amministrazione, e siamo rimasti estasiati da quanto Slow Food rappresenti. Ora ne siamo ufficialmente parte e riteniamo che si possa instaurare una proficua collaborazione”.

Sostanzialmente il protocollo prevede una collaborazione per tutelare la qualità della vita, dei cittadini dei comuni aderenti, anche attraverso la promozione del gusto e della giusta è corretta alimentazione. L’incentivazione e lo sviluppo sostenibile dell’economia agro-alimentare del territorio; la promozione d’interventi per la valorizzazione del sistema produttivo integrato. Con la salvaguardia della biodiversità specifica anche la riscoperta delle risorse, e vocazioni, virtuose del territorio.

L’Amministrazione comunale considera la Condotta partner per la realizzazione di attività e iniziative per raggiungere gli obiettivi sopra descritti. S’impegnerà a cercare e segnalare: prodotti, culture, trasformazioni, e quanto altro, la storia del proprio territorio e popolazione conservi nel proprio quotidiano o nella memoria storica che, a discrezione di Codesta Amministrazione d della Condotta, venga ritenuta idonea ad entrare dapprima nel progetto Arca del Gusto e, in seguito se rispondente ai criteri di scelta, nei Presidi Slow Food. L’amministrazione, anche attraverso le sue strutture operative, sosterrà e promuoverà, compatibilmente con le proprie disponibilità, tutte le manifestazioni che la Condotta progetterà sul territorio Comunale. Inoltre valuterà, di volta in volta, la partecipazione istituzionale alle più importanti manifestazioni organizzate da Slow Food in ambito Nazionale e Internazionale nelle quali riterrà opportuno il proprio impegno, sempre perseguendo le prerogative di cui sopra.

La Condotta Riviera dei fiori-Alpi marittime si impegna a fornire il proprio sostegno e la collaborazione a tutte le iniziative di valorizzazione del patrimonio agroalimentare locale che L’Amministrazione Comunale intenderà programmare e organizzare. Il programma e i contenuti della collaborazione a tali manifestazioni verranno di volta in volta concordati tra le parti e comunque saranno adottati provvedimenti attuativi del presente protocollo, al fine di meglio dettagliare gli specifici impegni reciproci. Il perseguimento di formazione e informazione: educare promuovendo il piacere del cibo, la riscoperta del convivio, la consapevolezza nelle scelte d’acquisto, il rispetto delle stagioni e valorizzare la diversità dei sapori e dei luoghi: con i Master of Food, gli orti in condotta, corsi e seminari scolastici e molto altro ancora educando a stili di consumo alimentare buoni, puliti e giusti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.