Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le celebrazioni del 4 novembre a Riva Ligure, sindaco Giuffra: “giornata di unità. Spazio alla pace e alla solidarietà” fotogallery

In piazza Matteotti gli aplini del gruppo di Riva e Santo Stefano al Mare insieme agli alunni dell'istituto comprensivo

Riva Ligure. Una celebrazione in piazza Matteotti in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, in ricordo del 4 novembre 1918.

le celebrazioni del 4 novembre a riva ligure

“Oggi la festività del 4 novembre – ha dichiarato nel corso della cerimonia il sindaco di Riva Giorgio Giuffra - la celebriamo noi ma, cammina sulle gambe dei nostri bambini che rappresentano il nostro futuro e ci auguriamo che loro non debbano mai passare quello che hanno passato i giovani delle due guerre. Loro però dovranno combattere contro una guerra più sorda, più strana che è quella dettata da differenze di religioni. Guerre per dare la pace. Non dimentichiamo che oggi le nostre forze armate sono impegnate su più fronti non per combattere ma, per ripristinare la pace nei loro paesi. A tal proposito, desidero ricordare Tiziano Chierotti, l’alpino di Arma di Taggia scomparso con un valore, quello di ripristinare la pace dove era impegnato”.

E proprio in questa giornata, papà Piero, schierato tra gli alpini del gruppo di Riva Ligure e Santo Stefano ha voluto dare un senso di continuità a quell’impegno portato avanti con determinazione e tanto amore dal figlio Tiziano.

Insieme agli alpini, anche i bimbi dell’Istituto Comprensivo di Riva Ligure, accompagnati dalle loro insegnanti e dalla preside. In questo giorno nel segno del ricordo, hanno voluto leggere delle bellissime poesie dedicate proprio al tema della pace.

Un pensiero è stato rivolto anche alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto e a tutte le forze armate e i volontari, che stanno prestando il loro aiuto a chi sta vivendo una situazione davvero drammatica.

“Quella di oggi – ha concluso il primo cittadino - deve essere una giornata di unità. Una giornata dove le divisioni e le differenze di pensiero devono lasciare spazio alla solidarietà, alla pace e all’omaggio a qulle persone che quotidianamente difendono proprio la pace”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.