Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La chiocciola di Slow Food arriva a Sanremo, al via il “Weekend del Buongusto” fotogallery

Il grande evento è stato voluto e organizzato dalla rete d'impresa di Sanremo On per accogliere il Consiglio nazionale di Slow Food, dal 18 al 20 novembre all'Ariston

Sanremo. E’ stata inaugurata questa mattina  “Cibo d’autore al Forte”, l’esposizione che dal 18 al 20 novembre porrà in vetrina, negli spazi di Santa Tecla, i presidi Slow Food della Riviera nonché le sue eccellenze enogastronomiche. La mostra, curata dall’architetto Sergio Raimondo, ha dato il via al grande evento il “Weekend del Buongusto”, fortemente voluto e organizzato dalla rete d’impresa di Sanremo On per accogliere il Consiglio nazionale di Slow Food, ospitato nelle medesime giornate presso le sale congressi del Teatro Ariston di Sanremo.

Riviera24 - slow on al forte di santa tecla

“Un’ importante e significativa occasione  – spiega Romeo Giacon, presidente di Sanremo On – nel trentennale della nascita di questa straordinaria associazione no profit, impegnata a ridare valore al cibo nel rispetto di chi produce e in armonia con l’ambiente. Un’occasione che ha indotto Sanremo On a creare intorno al momento assembleare di Slow Food, un vero e proprio evento: Slow On.” Quindi iniziative, manifestazioni collaterali e il progetto di costruire un appuntamento che andrà a ripetersi ogni anno con l’obiettivo di crescere edizione dopo edizione.  “Va subito sottolineato il fatto che – prosegue Roberto Berio, comitato direttivo di Sanremo On –  per organizzare il Consiglio nazionale di Slow Food e il Weekend del Buongusto, Sanremo On si è potuta avvalere della disponibilità dei propri associati ma anche del supporto economico e della collaborazione di partner pubblici e privati, in primis il Comune di Sanremo che ha aderito immediatamente all’iniziativa e si è messo a disposizione anche per alcuni aspetti organizzativi”.

“L’amministrazione comunale – commenta Daniela Cassini, assessore al turismo, cultura e manifestazioni di Sanremo – ha contribuito con piacere alla proposta di Sanremo On di portare a Sanremo il Congresso nazionale Slow Food Italia. Per la nostra città e per tutto il territorio, ricco di tradizione e di eccellenze enogastronomiche, è un’importante occasione di sviluppo e di promozione nel segno dei valori e della cultura del cibo. E lo spirito di Slow Food abbraccerà più location con il Weekend del Buongusto, ovvero le iniziative collaterali al congresso che vedono il coinvolgimento dei ristoranti della città con menù a tema e la realizzazione di una vera e propria vetrina, quella che inauguriamo oggi, delle nostre eccellenze al Forte di Santa Tecla, bene patrimoniale della storia di Sanremo che ha riformulato il suo obiettivo trasformandosi in un nuovo spazio del contemporaneo. In questa vetrina di eccellenze troverà spazio anche l’educazione dei nostri concittadini più piccoli, con alcuni lavori dei bambini della “Casa dei bambini Montessori”, sul tema dell’alimentazione legata ai prodotti del territorio e rispettosa di una corretta piramide alimentare.La presenza di tanti protagonisti di questa giornata è determinante perché rappresenta un nodo significativo di una rete di soggetti sempre più vasta che può contribuire a veicolari i giusti valori culturali di un’alimentazione sana e corretta”

Con il Consiglio del trentennale si rinsalda inoltre il rapporto tra Slow Food e la nostra città, che ha già ospitato il ventennale dell’associazione e che vede amicizie maturate anche tra le note musicali della rassegna Tenco della canzone d’autore, come quella con il padre fondatore Carlin Petrini, impegnato ormai sulla scena mondiale, ma che ci aspettiamo di vedere nei prossimi giorni a Sanremo. E non va dimenticato che alla presidenza regionale di Slow Food c’è da due anni un sanremese, Sergio Tron, con il quale abbiamo trovato subito sinergia di intenti per celebrare ancora nella nostra città una data importante, come quella del trentennale.

Di seguito tutti gli eventi di “Slow On. Weekend del Buongusto”

Il Consiglio Nazionale di Slow Food. Si svolge nelle sale del Centro Congressi Ariston da venerdì 18 a domenica 20 novembre. Vi partecipano circa ottanta delegati che arrivano a Sanremo da ogni parte d’Italia. I lavori – sui cui contenuti si esprimeranno i rappresentanti di Slow Food – non saranno ovviamente aperti al pubblico, ma avremo momenti di incontro con i media su alcuni dei temi sviluppati dai delegati dell’associazione e su altri proposti da Sanremo On e dal Comune di Sanremo, in particolare dal sindaco Biancheri sulla tutela del gambero rosso, una delle grandi eccellenze del nostro territorio ritenuta tale a livello nazionale.

Slow On. Cibo d’autore al Forte. Il Forte di Santa Tecla, ristrutturato e ritornato alla città, messo a disposizione dal Comune, ospita un momento culturale e informativo che pone al centro i presidi Slow Food della nostra provincia: i fagioli bianchi di Conio, Pigna e Badalucco; il carciofo di Perinaldo; l’aglio di Vessalico; la toma brigasca; l’acqua di fiori di arancio amaro di Vallebona. Ma anche le eccellenze tipiche del territorio: l’olio d’oliva extravergine e il gambero rosso. A corollario e integrazione dei presidi slow, i lavori realizzati dagli alunni di alcune scuole sanremesi sul tema del cibo pulito, buono e giusto e contro gli sprechi alimentari; una mostra di quadri con tema cibo e territorio; splendidi foulard che raffigurano le eccellenze del cibo ligure. In una sala del Forte ci sarà, infine, l’aspetto multimediale della mostra con un grande schermo sul quale verranno proiettati no stop una serie di filmati che racconteranno come questi prodotti del territorio vengono coltivati e raccolti. A curare, in maniera assolutamente gratuita, l’allestimento della mostra (aperta dalle ore 10,30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19,00) l’architetto Sergio Raimondo.

Slow On. Il buongusto a tavola. Vista la presenza di Slow Food non poteva mancare questa importante iniziativa collaterale che ha finalità non solo gastronomiche ma anche turistiche. Ponendo al centro i prodotti del territorio e quelli dei presidi slow, per questo week end tredici ristoranti di Sanremo hanno preparato altrettanti menù dedicati, con prezzi per tutte le tasche e con lo scopo di far scoprire o riscoprire non solo ai turisti ma anche ai residenti della provincia la bontà dei nostri prodotti e della nostra buona tavola. I ristoranti che hanno aderito sono: Victory Morgana Bay; Glam Restaurant; Royal Hotel-Ristorante Fiori di murano; Paolo e Barbara; La Pignese; Ittiturismo Patrizia; Vino e Panino; Dehor del Marinaio; La Vita è Bella; Buca Cena; Piccolo Mondo; I Sapori delle Due Isole e La Kambusa. Per scoprire i menù basta visitare il sito www.sanremo-on.com o le app su smartphone oppure visitare la pagina Facebook di Sanremo On. E prenotarsi.

Slow On. Sapori e valori – 30 anni… e lo spettacolo continua. È il titolo del bellissimo opuscolo che l’Ariston e il patron Walter Vacchino hanno realizzato per celebrare l’evento legato a Slow Food. Basti dire che la copertina è disegnata da Sergio Staino e le illustrazioni all’interno sono di Antonio Rubino. Un racconto in pillole di un territorio, il nostro, che ha prodotto con l’uomo le eccellenze nel cibo, ma anche nell’arte attraverso uomini straordinari. Una storia che ha percorso l’Ariston attraverso l’incontro in teatro tra personaggi di grande talento e carisma, da Aristide Vacchino ad Amilcare Rambaldi a Carlin Petrini, l’uomo che oggi è il guru mondiale di Slow Food.

Per dare risalto e promozionare l’evento Slow, Sanremo On ha investito anche in comunicazione e promozione sui canali media on line, TV e cartacei, con particolare attenzione ai vicini territori francese, piemontese, lombardo oltre che ligure. L’obiettivo della rete d’impresa anche in questa occasione resta sempre lo stesso: contribuire con le sue iniziative al rilancio turistico di qualità della nostra città e del territorio, in collaborazione con il pubblico e con i partner privati interessati.

A tale proposito vanno elencati – con un grande grazie – tutti gli sponsor che, accanto alla piena disponibilità dei nostri associati, hanno reso possibile l’organizzazione di questo evento. In primo piano i main sponsor Comune di Sanremo, Olio Roi, Cantieri degli Aregai, Costa Ligure. Ma anche tutte le altre aziende private, le acque Lurisia, le aziende vinicole Poggio dei Gorleri, Altavia e Altemasi, i prodotti ittici Verrini, gioielli e orologi di Abate, calzature e abiti di Franco, i foulard di Daphne, il Residence dei Due Porti, la Barca “Furore 4”. E l’interesse per Slow On riscontrato da altre aziende, anche di respiro nazionale, fa ben sperare anche per il futuro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.