Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In Riviera diminuiscono i risparmi di famiglie e imprese, “crisi di liquidità sempre più forte”

Ad affermarlo è Antonio Larocca (Sos Utenti Liguria) sulla base dell’ultimo aggiornamento congiunturale dell’economia di Banca d’Italia

Imperia. “Le famiglie e le imprese della Riviera risparmiano sempre meno”. Ad affermarlo è Antonio La Rocca, presidente di Sos Utenti Liguria, sulla base dell’ultimo aggiornamento congiunturale dell’economia di Banca d’Italia.

Secondo il report, diffuso ieri, in Liguria sono aumentati i mutui richiesti dai consumatori alle banche per l’acquisto di una casa. Dai dati emerge che nei primi sei mesi del 2016 i flussi di nuovi prestiti bancari hanno superato i 620 milioni di euro, con un incremento del 40% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un segnale in linea con le compravendite sul mercato immobiliare che da gennaio a giugno 2016 hanno registrato una crescita del 28,4%, superiore alla media nazionale del 21,9%.

“L’analisi di Banca d’Italia – spiega La Rocca,conferma la crisi di liquidità in atto sul territorio. Infatti si evince che l’11,6% dei mutui accesi è per liquidità: 71, 92 milioni di euro su 620 milioni complessivi e un + 40 % della media nazionale. Facendo le dovute proporzione, possiamo affermare che in provincia di Imperia, nel primo semestre del 2016, sono stati erogati mutui per 12 milioni di euro”.

E prosegue: “Dai dati inoltre si evince che il 10% delle imprese liguri ha liquidato depositi e titoli a custodia, soprattutto di obbligazioni e azioni italiane, al fine di reperire liquidità. Il tutto per un ammontare di 745 milioni di euro, di cui 124 milioni nell’imperiese. In totale la liquidità per le imprese nei primi sei mesi del 2016 è  di 136 milioni di euro di cui solo una parte compensata dai mutui (8,82%).  Il resto è stato liquidato con posizioni finanziarie sui depositi e titoli a custodia”.

“Per le famiglie consumatrici – conclude il presidente di Sos Utenti Liguria –  la liquidità aggiuntiva nei conti correnti da gennaio a giugno 2016 è di 44 milioni di euro in Liguria, quindi in provincia di Imperia di 195,55 euro a testa su un totale disponibile pro capite di 13.003,68  (+1,5% in sei mesi). Tuttavia il risparmio finanziario nell’imperiese è diminuito di 452 milioni di euro: con una percentuale complessiva e (imprese + famiglie consumatrici) del -4,5%”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.