Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sindaco Biancheri sull’emergenza meteo: “Il peggio è passato, fatto un ottimo lavoro di prevenzione”

"Voglio mandare un messaggio di solidarietà ai paesini dell’entroterra e le città del basso Piemonte"

Più informazioni su

Sanremo. “Si è chiusa l’emergenza della prima allerta rossa di sempre a Sanremo. Il peggio è passato. Oltre 100 mm di pioggia, con il grosso che si è concentrato in una sola ora, quella del nubifragio mattutino di ieri.

Quasi 150 interventi d’urgenza del nucleo operativo d’emergenza – scrive il sindaco Biancheri su Facebook – composto dagli uomini di Protezione Civile, Polizia Municipale, Uffici comunali, Ranger d’Italia, Volontari e Radioamatori. A cui si aggiungono le decine e decine di interventi dei Vigili del Fuoco e mezzi di pronto soccorso. Un plauso a tutti loro: hanno operato con grande professionalità, abnegazione, e puntualità, rispondendo a tutte le chiamate d’urgenza, intervenendo ovunque, mettendo in sicurezza strade sottopasse torrenti smottamenti e, soprattutto, prestando soccorso a tutta la cittadinanza. Gran lavoro!

I torrenti hanno retto bene, nonostante la violenta piena che si è riversata dall’entroterra verso le 11 di ieri mattina (e con un ulteriore ingrossamento dell’Armea questa notte tra le 24 e le 2, che comunque è stato tenuto sotto stretta osservazione). E qui, vorrei ricordarlo, è stato fatto un grande lavoro di prevenzione: quando quest’estate riunii tutti gli Uffici affinché ci si muovesse per tempo era proprio per farci trovare preparati a situazioni del genere. Sono stati trovati i fondi per pulire tutti i torrenti e sono stati realizzati nei tempi i lavori. Una nota di merito agli Uffici comunali per il lavoro svolto: certi interventi passano a volte inosservati, e saltano all’attenzione dell’opinione pubblica solo in caso di inadempienze. Questa volta è stato fatto un ottimo lavoro di prevenzione, ed è giusto sottolinearlo.

Menzione particolare per il San Francesco: le immagini della violenta piena di ieri mattina hanno richiamato alla mente i lavori sullo scolmatore e sul ponte che attraversa la ciclabile svolti l’anno scorso. Sì, proprio quei lavori per cui alcuni si lamentarono per il traffico. Quei lavori che realizzammo con un cronoprogramma durissimo, lavorando giorno e notte per spendere fino all’ultimo euro di finanziamenti europei. Rivedendo le immagini della piena di ieri è facile intuire come quell’intervento abbia come minimo evitato grossi danni in quell’area.

Ora, in attesa del nuovo bollettino Arpal-Protezione Civile, l’attenzione rimane comunque alta: gli esperti sottolineano infatti che dopo tutta quest’acqua è proprio la fase in cui il terreno si asciuga quella in cui può rivelare la sua fragilità.

Infine, voglio mandare un messaggio di solidarietà ai paesini dell’entroterra e le città del basso Piemonte, dove il nubifragio ha colpito con ancor più violenza e dove i torrenti hanno esondato provocando grossi danni. Vi sono vicino.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.