Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giubileo del Debito, incontro con Antonio De Lellis al teatro parrocchiale in piazza San Siro a Sanremo

Martedì 29 novembre, alle ore 21, appuntamento con l'autore e curatore del libro “Il giubileo del debito. Perché mai l'Europa tace?”

Sanremo. Martedì 29 novembre alle ore 21, presso il teatro parrocchiale in Piazza San Siro a Sanremo, si terrà un incontro con Antonio De Lellis, autore e curatore del libro “Il giubileo del debito. Perché mai l’Europa tace?”, edizioni Bordeaux. Antonio De Lellis è consigliere nazionale di Pax Christi e ATTAC Italia; ha guidato la delegazione di ATTAC al recente incontro dei Movimenti sociali con papa Francesco.

Partecipa all’incontro monsignor Antonio Suetta, vescovo della Diocesi di Ventimiglia – San Remo. L’incontro è promosso da ATTAC, Sanremo Sostenibile e Caritas diocesana.

Scrive il cardinal Peter K. A. Turkson, presidente del “Pontificio Consiglio Giustizia e Pace” : “Negli ultimi anni, in conseguenza alla crisi economica e finanziaria internazionale il problema del debito pubblico si è manifestato con vigore anche nelle economie dei paesi sviluppati e, in particolar modo, in Europa. Di fronte ad una crisi del debito divenuta sempre più globale, sarebbe opportuno riflettere nuovamente sull’opportunità di ridurre, se non addirittura condonare il debito a quei paesi che schiacciati da questo fardello non riescono a porre le basi per lo sviluppo umano delle persone, soprattutto delle nuove generazioni”.

Da diversi anni il Debito è agitato, su scala internazionale, nazionale e locale, come emergenza allo scopo di far accettare come inevitabili le politiche liberiste di alienazione del patrimonio pubblico, mercificazione dei beni comuni, privatizzazione dei servizi pubblici, sottrazione di democrazia e di diritti. Di fatto, il debito rappresenta lo shock che serve “a far diventare politicamente inevitabile ciò che è socialmente inaccettabile”.

L’ideologia del debito mette sotto scacco la democrazia, predeterminando le scelte politiche ed economiche tanto a livello nazionale quanto a livello locale, mettendo a rischio la stessa funzione pubblica e sociale degli enti di prossimità e minando il tessuto sociale delle comunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.