Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festival Internazionale di Chitarra Classica a Sanremo, omaggio a Mauro Giuliani e concerto di Giulio Tampalini

Due grandi eventi per il 25 novembre nel Teatro dell’Opera del Casinò

Sanremo. Dopo il Maestro Elio Fisk, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Massimo Laura, Alexis Mendez e Xuanxuan, Marco Tamayo, il Festival Internazionale di Chitarra Classica, dopo la pausa per il maltempo, propone per domani, il 25 novembre, due eventi.

Alle ore 17.00 verrà presentata “La sesta corda: vita narrata di Mauro Giuliani” con Nicola Giuliani e Nunzio Liso, tratto dall’omonimo libro di Nicola Giuliani. Accompagnamento alla chitarra di Cecilio Perera. Alle ore 21.00 esibizione del Maestro Giulio Tampalini. Alle ore 16.00 verrà l’esposizione storico documentale sull’insigne compositore italiano con documenti ed immagini, reperti unici provenienti dalla collezione di Nicola Giuliani. La mostra denominata ”Percorsi” , curata da Nicola Giuliani e Nunzio Liso, presenta una ricca selezione documentale di reperti provenienti dal Museo che Bisceglie ha dedicato al suo illustre figlio. Viene esposta anche la sua preziosa chitarra. L’evento culturale rende omaggio a chi ha saputo elevare lo studio della chitarra, realizzando il primo concerto per orchestra e chitarra.

L’esibizione dei vincitori del Premio Casinò di Sanremo 2016 Martina Barlotta ed Emiliano Gentili è stata posticipata a sabato 26 novembre ore 17.00. Li accompagnerà l’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Il concerto prevede l’eccezionale partecipazione del maestro Cecilio Perera.

Giulio Tampalini è oggi uno dei più conosciuti e carismatici chitarristi classici europei. Vincitore del Premio delle Arti e della Cultura (2014), oltre 25 dischi solistici all’attivo, una tecnica unica, una cattedra al conservatorio e l’onore di aver suonato per il Papa in Vaticano. I concerti di Tampalini sono sempre tutti esauriti, la sua musica affascina e fa sognare. Vincitore di alcuni dei maggiori concorsi di chitarra, a cominciare dal primo premio al Concorso Internazionale “Narciso Yepes” di Sanremo (presidente della giuria Narciso Yepes), al T.I.M. di Roma nel 1996 e nel 2000 e al “De Bonis” di Cosenza, fino alle affermazioni al “Pittaluga” di Alessandria, al “Fernando Sor” di Roma e al prestigioso “Andrès Segovia” di Granada, tiene concerti da solista e accompagnato da orchestre sinfoniche in tutta Italia, Europa, Asia ed America (Teatro La Fenice Venezia, Parco della Musica Roma, Shubert Theatre Tremont Boston U.S.A., Teatro Renascença Porto Alegre BRAZIL, Ithaca College New York U.S.A., Qintai Grand Theatre Wuhan CHINA, Cearte Arts Centre Baja California MEXICO, Muhsin Ertuğrul Theatre Istanbul TURKEY, Safadi Foundation LEBANON, Nadine Chaudier Thetare Avignon FRANCE, Musée international de la Croix-Rouge Geneve SWITZERLAND, Salle Jacques Huisman Théâtre National Bruxelles BELGIUM ecc). Nel 2001 ha partecipato al Concerto di Natale in Vaticano in onore del Papa.

Numerose sono le sue collaborazioni musicali, tra cui quella con le prime parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Nel 2003 il suo doppio CD “Francisco Tarrega: Opere complete per chitarra” è stato premiato con la Chitarra d’Oro al Convegno Internazionale di Chitarra di Alessandria come Miglior CD dell’anno. Tra i numerosi CD che ha pubblicato si segnalano: il “Concierto de Aranjuez” di Joaquin Rodrigo per chitarra e orchestra, registrato con l’Orchestra del Festival Internazionale Arturo Benedetti Michelangeli, Opere e Sonate per chitarra di Angelo Gilardino, la raccolta completa delle Sei Rossiniane di Mauro Giuliani, il Concerto n. 1 op. 99, il Quintetto op. 143 e il Romancero Gitano di Mario Castelnuovo-Tedesco, registrati con l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’opera completa per chitarra di Miguel Llobet e un DVD contenente tutte le opere per chitarra sola di Heitor Villa-Lobos, progetto realizzato per la prima volta al mondo su video.

Nel 2015 ha scritto un libro dal titolo “Finalmente ho perso tutto”, in collaborazione con Marcello Tellini, oggi in vendita in tutte le librerie italiane (Edizioni Infinito), che racconta in modo anticonvenzionale la sua storia di artista e di musicista. Giulio Tampalini è docente di chitarra presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria e tiene regolarmente corsi e masterclass in tutta Italia e all’estero. Suona chitarre del liutaio inglese Philip Woodfield.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.