Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Faccia a faccia con l’omicida: la freddezza dell’agricoltore che ha avvisato la polizia foto

"Mia moglie mi ha chiamato, me lo sono trovato davanti alla porta dell'azienda: mi ha chiesto un telefono e un taxi"

Perinaldo. Si chiama Vittorio Cassini il coraggioso agricoltore che questa mattina si è trovato davanti alla porta della sua azienda Arnaud Delserre, l’omicida francese scappato da un ospedale psichiatrico di Nizza lo scorso 17 novembre, avvisando la polizia e permettendo così la fine della fuga del francese.

squadra protezione civile

“Mia moglie mi ha chiamato, me lo sono trovato davanti alla porta dell’azienda: mi ha chiesto un telefono e un taxi. Gli ho detto di uscire – prosegue Cassini – e l’ho seguito con l’auto chiamando la polizia nel frattempo che poi l’ha preso. Stamattina era tutto bagnato, avrà passato la notte fuori.”

La fuga di Delserre è terminata questa mattina intorno le 9.45. Il francese era scappato dall’ospedale psichiatrico di Nizza lo scorso 17 novembre e avvistato ieri nel territorio tra Perinaldo e Vallebona e ventiquattro ore dopo l’epilogo con il suo arresto da parte della polizia, oltre al contributo della locale protezione civile che ha aiutato gli agenti a perlustrare il vasto territorio collinare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.