Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciak un’emozione”, il concorso per giovani registi approda al Casinò di Sanremo

Successo per la settima edizione del concorso cinematografico organizzato dall’Associazione culturale Matteo Bolla

Sanremo. Al teatro del Casinò di Sanremo si è svolta la settima edizione di “Ciak un’emozione”, concorso cinematografico organizzato dall’“Associazione culturale Matteo Bolla”, che ha ricevuto nel mese di settembre il premio “Oltre l’orizzonte” per il suo impegno nell’organizzazione di innumerevoli attività culturali rivolte ai giovani e per le donazioni a scopo umanitario.

Dopo i videomessaggi dei personaggi televisivi Paolo Ruffini e Maurizio Casagrande, sono state presentate le giurie e assegnate loro le categorie da giudicare; la giuria tecnica ha votato i cortometraggi internazionali, la giuria critica i cortometraggi nazionali, la giuria del Liceo Cassini le categorie “Prime emozioni” e “Animazione”, mentre la giuria popolare sia i cortometraggi nazionali che internazionali.
La prima categoria ad essere visionata è stata quella dei corti nazionali: “Carmen” di Giuseppe Cardaci, “Scarpa” di Sara Mignogna, “Asòmate a la Ventanita” di Tito D’aloia Galante, “Drop” di Alessio Pesano e “L’amore ha i suoi tempi” di Brando Improta. Il vincitore selezionato dalla giuria critica e da quella popolare è stato il corto intitolato “Carmen”.

Subito dopo la categoria “Prime emozioni” con i seguenti cortometraggi: “Syrphidae” di Cyril Dominik Fischer, “Mi coloro di blu” di Daniele Ciniglio e infine “Vicini e lontani” di Massimo Modesti. La giuria del Liceo Cassini ha decretato “Mi coloro di Blu” il migliore cortometraggio di questa sezione.
A seguire la visione dei corti appartenenti alla categoria internazionali: “Foot Wear”, “The book, the best gift”, “Dénominateur commun”, “Other is”. Le giurie popolare e tecnica hanno nominato vincitore “Dénominateur commun”.

Infine i corti della categoria “Animazione”: “Little barber shop of horrors” di Fry J. Apocaloso, “W.A.R.F.” di Kylie Trupp, “Ti amo senza poter parlare” di Alessandro Capone e Jacopo Sessa. I ragazzi del Liceo Cassini hanno espresso la loro preferenza per “W.A.R.F.”. Prima dell’annuncio dei vincitori, l’organizzazione ha voluto proporre la visione del cortometraggio “Lo strappo”, premiato dalla stessa associazione per l’originalità dell’idea e per aver mostrato come lo sport possa abbattere gli ostacoli intergenerazionali e migliorare il rapporto tra padre e figlio.

In conclusione gli interventi degli assessori alla cultura e alle politiche sociali del Comune di Sanremo Daniela Cassini e Costanza Pireri e del sindaco del Comune di Taggia Vincenzo Genduso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.