Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Anche in Riviera una nuova app, avverte quando e dove il cibo costa meno

Si chiama LastMinuteSottoCasa ed è nata nel 2014 all’interno dell’incubatore di imprese del Politecnico di Torino

Imperia. LastMinuteSottoCasa (Lmsc), l’app impegnata nella lotta allo spreco alimentare, sta prendendo sempre più piede anche in Riviera.

“Su una rete complessiva di 60 mila utenti – spiega l’operatrice Alice Deboli – attualmente in provincia di Imperia sono circa 150 i consumatori raggiunti, 4 invece le realtà commerciali che vi hanno aderito; ovvero 4 piccoli esercizi commerciali attivi a Sanremo, Imperia, Riva Ligure e San Bartolomeo al Mare, che a quegli stessi utenti, al termine di ogni giornata, inviano sul loro smartphone una notifica per acquistare frutta, verdura e altri generi alimentari a metà prezzo”.

Nata nel 2014 all’interno dell’incubatore di imprese del Politecnico di Torino, la piattaforma con la sua capacità di incidere in modo concreto sullo sperpero del cibo sta vivendo un processo di radicale espansione in tutto il territorio nazionale.

Il meccanismo di LastMinuteSottoCasa è semplicissimo. Dopo essersi registrati sul sito, i commercianti con prodotti in eccedenza o in scadenza possono informare, con un “food alert”,  i cittadini residenti nelle vicinanze della loro attività (raggio di 2 km),circa l’opportunità di acquistare prodotti alimentari scontati. Naturalmente quegli stessi cittadini si saranno a loro volta registrati e avranno indicato sul loro telefono cellulare a che distanza da casa, dall’ufficio o dalla palestra vogliono ricevere le offerte e da quale tipologia di negozio.

“L’idea che sta alla base di LastMinuteSottoCasa e che ha portato i fondatori Francesco Ardito e Massimo Ivul a sviluppare il progetto – prosegue Deboli –, deriva dalla constatazione che ogni sera migliaia di commercianti tirano giù la serranda avendo ancora a disposizione merci che non possono essere riproposte il giorno seguente. LastMinuteSottoCasa risponde a questa esigenza, dando ai negozianti la possibilità di vendere quella merce, di recuperare  il capitale investito e di acquisire nuovi clienti. Allo stesso modo la app favorisce i consumatori che vengono informati in tempo reale sulla possibilità di acquistare prodotti alimentari freschi e in offerta, recandosi in negozi che si trovano poco distanti dal loro luogo di residenza o di lavoro; il tutto con notevole risparmio di tempo, di spesa e facendo acquisti in modo intelligente ed ecologico”:

Del resto, come dicono i suoi stessi fondatori, con LastMinuteSottoCasa vincono tutti: il negoziante, il consumatore ma soprattutto il pianeta. Perché l’attività della sua community preserva le risorse naturali della Terra, evita di produrre rifiuti inutili e contribuisce ad arginare, riducendoli, gli sprechi alimentari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.