Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

120 anni con Sandro Pertini, riuscita la tappa a Dolceaqua della maratona pertiniana dell’ATAPE foto

L'incontro ha visto la partecipazione di un pubblico assai interessato agli interventi e ai ricordi

Dolceacqua. Un Pertini legato al territorio dell’estremo ponente ligure. E’ quello che intende regalare A.T.A.PE, l’associazione transfrontaliera Alessandro Pertini che con la sua maratona per celebrare il 120° anniversario della nascita del presidente più popolare d’Italia, ieri ha fatto tappa a Dolceaqua.

Un momento importante perché proprio la Città dei Doria ha ospitato la sede dell’Associazione presieduta da Sergio Scibilia e che ha come presidente onorario Maddalena Biancheri, ventimigliese, amica di famiglia di Sandro e della moglie Carla Voltolina e come vice presidente Adriano Biancheri, figlio di “Lena” e sindaco socialista di Airole.

L’incontro ha visto la partecipazione di un pubblico assai interessato agli interventi e ai ricordi, due inediti, dono entrambi di Umberto Voltolina, fratello di Carla e presidente della Fondazione Pertini, presente alla riunione. Si tratta della lettera che Pertini scrisse a Dino Zoff, il capitano della nazionale azzurra vincitrice del Mundial, per rincuorarlo in un momento difficile della carriera ed anche per riconoscere finalmente che era suo l’errore che costò la vittoria a scopone nella partita in aereo, di ritorno da Madrid, contro Bearzot e Causio (non per niente Pertini fin da giovanissimi era detto “U brichettu”).

Il secondo, un disco in vinile a 45 giri di un discorso del 1969-1970 di Sandro Pertini ai giovani che avevano dato inizio alla contestazione e nel quale ricorda ai ragazzi che anche la sua generazione, all’epoca giudicata “matursa”, era stata contestatrice.

Dolceacqua, rappresentata dal sindaco Fulbio Gazzola, grazie alla sede di A.T.A.PE diventerà il crocevia di una serie di iniziative che avranno come scopo quello di portare alla luce sempre più il legame tra il presidente e questa estrema terra di Liguria, così vicina al suo esilio (prima) e “buon ritiro” (poi) nizzardo. E’ stata anche ricordata la figura di Carla Voltolina, protagonista del libro “Io amavo il mare, lui la montagna”, discreta nel ruolo di first lady ma sempre al fianco di Sandro, socialista a tutto tondo ed impegnata come giornalista e come psicologia a fianco delle fasce deboli.

Prossimi appuntamenti A.T.A.PE: venerdì 2 dicembre a Palazzo Ducale di Genova presentazione del libro “Io amavo il mare, lui la montagna” (ci saranno anche l’autore Stefano Rolando, segretario personale del presidente Pertini ed Umberto Voltolina) mentre domenica 11 dicembre la maratona si sposterà a Savona per celebrare il 90° anniversario dell’evasione dall’Italia dello stesso Pertini insieme a Filippo Turati, il padre del socialismo italiano che da quell’11 dicembre 1926 non farà più ritorno in Patria, Ferruccio Parri, Carlo Rosselli e Lorenzo Dabove.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.