Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, automobilista investe cane e lo uccide, poi scappa tra l’indignazione dei passanti

Un secondo automobilista, avendo assistito alla scena, ha rincorso l'investitore

Ventimiglia. Un cagnolino è stato ucciso nella tarda mattinata di oggi in via Cavour, poco prima del semaforo per corso Genova. Testimoni raccontano di aver visto un’auto di colore scuro transitare a velocità sostenuta e investire in pieno il povero barboncino nero.

Il conducente dell’auto, che viaggiava in direzione Francia, ha proseguito la sua corsa senza nemmeno degnarsi di conoscere le sorti del cagnolino nero, rimasto agonizzante sulla strada.
Ma non tutti i passanti, per fortuna, sono rimasti indifferenti alla sofferenza dell’animale. Testimoni raccontano che una seconda auto, di colore rosso, abbia seguito la prima fino alla chiesa di sant’Agostino dove, sembrerebbe, sia riuscita a far arrestare la corsa del fuggitivo.

Tante, anche, le persone che hanno cercato di soccorrere il cagnolino senza però riuscire a strapparlo dalla morte. Sul posto sono intervenuti anche alcuni volontari della Croce Rossa, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso del barboncino.

E’ importante ricordare che l’omissione di soccorso verso gli animali è un reato. Ecco cosa prevede il codice della strada: “L’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno. Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 413 ad euro 1.656. Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso.
Chiunque non ottempera all’obbligo di cui al periodo precedente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 83 ad euro 331.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.