Quantcast
Seborga, la risposta dell'amministrazione allo sfogo di Gorni: "Non lo abbiamo ignorato" - Riviera24
La replica

Seborga, la risposta dell’amministrazione allo sfogo di Gorni: “Non lo abbiamo ignorato”

"Il commento che poi Flavio ha lasciato su Facebook mi pare fuori luogo: forse le sue parole sono state dettate da un momento di emotività e paura"

Seborga. “Non è vero che abbiamo ignorato il malessere di Flavio Gorni e ora, sinceramente, non capiamo il suo sfogo su Facebook”. A rispondere a quanto scritto dal vicesindaco sui social è il sindaco Enrico Ilariuzzi che, al momento del fatto, si trovava in comune con i suoi assessori impegnati in una riunione di giunta. “Mi spiace per Flavio e mi spiace per le sue parole, che mi lasciano perplesso“, ha dichiarato Ilariuzzi, “Io ero in giunta quando si è alzato dicendo che sarebbe andato in bagno. Dopo un po’, non vedendolo tornare, siamo andati a cercarlo”.

E’ a questo punto che nella vicenda interviene Carlo Biancheri, ringraziato pubblicamente da Flavio Gorni per essergli stato vicino. “Flavio è arrivato in giunta con un po’ di ritardo e ho notato che era pallido, emaciato”, racconta Biancheri, “Probabilmente sono più attento a queste cose perché ho avuto dei problemi di salute non molto tempo fa o forse gli altri subito non si erano accorti di nulla perché Flavio era seduto davanti a me e non lo vedevano come invece lo vedevo io”. In ogni caso, dopo un certo tempo, il vicesindaco lascia il gruppo di amministratori dicendo che sarebbe andato un attimo in bagno. “Dopo un po’ che non lo vedevamo tornare”, continua Biancheri, “La segretaria è andata a cercarlo, ma non l’ha trovato né in bagno né altrove. Siccome non è la prima volta che Flavio esce da una giunta e poi torna, non ci siamo preoccupati più di tanto”.

Il tempo, però, passava e di Gorni non c’era traccia. Così lo stesso Biancheri lascia l’aula e va a cercare l’amico e collega: “In bagno non c’era, nell’ufficio del sindaco la luce era spenta: insomma pensavo fosse uscito e sono andato fuori”, spiega, “Poi rientrando ho visto uno spiraglio di luce uscire dal bagno e ho provato a chiamarlo. Mi ha risposto e sono entrato: si stava sciacquando la faccia, era sempre pallido e quando gli ho chiesto se stesse bene mi ha risposto che aveva la pressione molto alta”.
A quel punto Carlo Biancheri torna dagli altri amministratori: “Come ho detto che Flavio non stava bene, Enrico Ilariuzzi è scattato in piedi e ha detto di chiamare immediatamente un’ambulanza”. Gorni, però, ha rifiutato sia che venisse allertato il 118 sia un semplice passaggio fino a casa.

“Questo è quello che è successo”, dichiara Bincheri, “Il commento che poi Flavio ha lasciato su Facebook mi pare fuori luogo: forse le sue parole sono state dettate da un momento di emotività e paura”.

Anche il sindaco Ilariuzzi attende ora un chiarimento da parte del suo vice: “Non so veramente cosa gli sia preso: noi ci siamo preoccupati per lui. E’ un amico oltre che un collega”.

leggi anche
Flavio Gorni
La denuncia
Seborga, “Ho avuto un infarto in comune e se ne sono fottuti”: lo sfogo del vicesindaco Gorni
commenta