Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Porto di Imperia, stop dal Consiglio di Stato per studiare documenti supplementari

L'annuncio del sindaco Carlo Capacci sull'annosa querelle relativa al porto turistico riferita anche al tesoretto

Imperia. “Il Consiglio di Stato, in data odierna, ha accettato la richiesta di rinvio proposta dai ricorrenti per deposito di motivi aggiunti e ha quindi fissato al 6 luglio 2017 la prossima udienza. I giudici di Palazzo Spada erano pronti per una sentenza breve ma, riconoscendo il diritto alla difesa costituzionalmente garantito, hanno concesso il rinvio”, l’annuncio è del sindaco Carlo Capacci e si riferisce alla querelle del porto di Imperia in particolare sulla decadenza della concessione demaniale marittima.

Di fatto il “tesoretto” da 6,5 milioni di euro che il Comune incasserà dall’operazione “incompiuta” del porto delle meraviglie ha rallentato anche un’eventuale decisione da parte dei giudici del CdS. Il sindaco di Imperia Capacci, che segue passo passo la vicenda, non ha voluto aggiungere altro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.