Quantcast

‘Non si legge solo con gli occhi. Crea il libro parlato Lions’. Anche a Sanremo la Settimana Nazionale della Dislessia

Roberta Rota "Oggi la scuola si fonda ancora su una valutazione standardizzata mentre dovrebbe essere personalizzata".

Sanremo. Presentare il progetto “Non si legge solo con gli occhi. Crea il libro parlato Lions”, progetto innovativo per i dislessici e per cercare di aumentare la sensibilizzazione su questo problema. Questo il fine della conferenza aperta a studenti, docenti ed esperti del settore che stamani ha visto gremita la sala del Palafiori di Sanremo nell’ambito della Settimana Nazionale della Dislessia.

Un problema annoso nel mondo della scuola che, a detta della Presidente dell’Associazione Italiana Dislessia  della sezione di Imperia, Roberta Rota oggi fonda ancora una valutazione standardizzata mentre dovrebbe essere personalizzata. E’ necessaria una valutazione non dell’apprendimento ma  per l’apprendimento, che tenga pertanto conto della fatica che ognuno mette nello svolgimento dell’apprendimento stesso”. “Purtroppo  –  prosegue la referente – dall’entrata in vigore della legge 170, e ormai sono 6 anni, non vengono ancora considerati gli aspetti motivazionali dei ragazzi.  Si evidenzia ancora una mancata formazione degli insegnanti, la scuola viaggia su tante persone ma che in poche danno l’anima. Non è ancora chiaro cos’è e come funziona questo disturbo: a questo disturbo si tende a dare quasi un’etichetta. Invece si tratta semplicemente di una neuro variabilità. Ognuno di noi è unico, per cui sono moltissime le sfumature che devono sempre essere considerate”.

Alla mattinata di lavori anche la Presidente Lions Matutia Loredana Maletta, orgogliosa e sempre presente poiché “dove c’è bisogno di un service i Lions non si fanno attendere”,  la Presidente Fidapa Beatrice Vanzo, l’Assessore Eugenio Nocita con l’Assessore Costanza Pireri e diverse altre autorità.