Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’amarone 2011 Rubinelli Vajol trionfa a Wine in Sanremo, il produttore: “Un dono per l’anima e una benedizione del cielo” fotogallery

"Rubinelli Vajol" produce cinque vini rossi della Valpolicella classica: amarone, ripasso, valpolicella classico superiore, valpolicella classico, recioto

Sanremo.Il vino è un gioco della natura: la vigna, il sole, la pioggia, il vento, la terra, la pietra, ci regalano le uve, da cui il tempo e l’uomo, per una volta in armonia, creano l’amarone della Valpolicella, un dono per l’anima e una benedizione del cielo”. Renzo Rubinelli, il produttore dell’amarone 2011 “Rubinelli Vajol” che ha trionfato a Wine in Sanremo come miglior vino rosso, ci introduce così, con una poesia, nella sua pregiata cantina.

“Offrire la bellezza e la bontà del cuore della Valpolicella” – racconta Rubinelli in esclusiva a Riviera24.it  –  “è la filosofia che ispira la nostra azienda di famiglia. Dopo aver progettato e costruito l’importante diga del Chievo sul fiume Adige, fu mio nonno a fondarla, acquistando la campagna negli anni cinquanta. Abbiamo poi concretizzato la volontà di produrre un cru del Vajol, in cui poter esprimere compiutamente l’eccellenza del prodotto della nostra terra. Ovvero uva di altissima qualità, frutto di un’ideale esposizione al sole e di un perfetto appassimento nel clima ventilato e temperato della Conca in cui nasce. E pensi che il toponimo Vajol  è menzionato in un documento della Repubblica Serenissima di Venezia del 1635,  per la presenza di una sorgente naturale ancor oggi attiva”.

La “Rubinelli Vajol” produce cinque vini rossi della Valpolicella classica: amarone, ripasso, valpolicella classico superiore, valpolicella classico, recioto. In tutti sono presenti i cinque vitigni autoctoni della Valpolicella: Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara e Oseleta. Una polifonia di profumi e di sapori, un vino elegante, intenso, di straordinaria ricchezza. “E questo” – spiega il produttore che guida l’azienda insieme al fratello Alberto Rubinelli e al nipote Nicola Scienza –  “grazie alla raccolta a mano dell’uva migliore che, adagiata dolcemente sulle arelle e depositata nel fruttaio, resta ad appassire per quattro mesi. L’uva viene schiacciata in febbraio e pesa la metà rispetto al tempo di raccolta; questo processo di appassimento favorisce non solo la notevole concentrazione, ma anche lo sviluppo di un’ininterrotta potenza aromatica, che ci regala un’incredibile esperienza sensoriale. Senza dimenticare che la qualità dei cinque vitigni viene tutelata dall’utilizzo esclusivo di grandi botti di rovere francese e di Slavonia, le quali, durante il lungo periodo di affinamento, conferiscono un equilibrato apporto di legno atto a preservare ed esaltare gli intensi aromi di frutta di questi straordinari succhi della terra”.

img42

Un’eccellenza insomma, riconosciuta non solo a Wine Sanremo, manifestazione che ha selezionato e radunato al Palafiori di corso Garibaldi le migliori aziende vinicole italiane, ma anche da altri importanti enti. Infatti l’amarone 2011 Rubinelli Vajol ha già ottenuto il certificato di eccellenza Gold (90-94,99 punti) da Merano Wine Award – Excellence is an Attitude.  E in totale, 4 dei cinque vini prodotti da Rubinelli hanno ricevuto un riconoscimento da Merano Wine Festival, l’evento più selettivo del settore, dove solo 300 cantine italiane sono invitate a partecipare.  Del resto altro non poteva essere per un nettare, la cui bontà deriva dal succo inebriante dell’uva che si coltiva al Vajol, terra nel cuore della Valpolicella classica “dove” – conclude Rubinelli – “c’è un tempo caldo per la maturazione lenta dell’uva nella conca assolata, sui filari adagiati tra la collina e il declivio, un tempo giusto per il riposo e l’appassimento dei migliori grappoli e infine un tempo lungo, per il sonno sognante del vino nelle grandi botti di rovere”.

img44

Dal mese di novembre i vini di “Rubinelli Vajol” potranno essere acquistati presso l’enoteca Il Forletto, in via Corradi 44 a Sanremo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.