Ladri di biciclette e teppisti in azione a Imperia

Rubata la bici ad un professionista quarantenne e danneggiato lo scooter ad uno studente

Imperia. I ladri di biciclette sono tornati. Soprattutto nel capoluogo di provincia. L’ultimo caso è stato segnalato nei pressi della stazione di Porto Maurizio. A farne le spese un ingegnere 43enne imperiese che lavora in un’industria a Genova.

“Ogni mattina raggiungo la stazione in bici dove la lascio lungo la salita alberata che conduce all’Aurelia. L’altra sera tornando dal lavoro – racconta – ho fatto l’amara scoperta: qualcuno aveva rotto il lucchetto per portarsela via”.

Il caso del professionista imperiese però non è isolato. Anche gli scooter sono finiti nel mirino dei vandali più che dei ladri. Ad essersi lamentata su Facebook è stata la madre di uno studente del complesso scolastico di via Terre Bianche, sempre a Porto Maurizio. Il figlio preso di mira ai teppisti, secondo quanto ha raccontato la donna, non trovando posto nelle vicinanze dell’istituto scolastico, aveva parcheggiatolo scooter in piazza Roma.Alla fine delle lezioni si è ritrovato lo scooter col sellino bruciato da una sigaretta e tagliato probabilmente con una chiave.

“Giustamente è rimasto avvilito per l’accaduto – racconta – ma ho saputo che altri compagni hanno subito altri dispetti come lo sgonfiamento degli pneumatici impossibilitati così a fare ritorno a casa”.