Quantcast

Imperia, un summit per affrontare le emergenze

Riunione tra i settori comunali in vista della stagione autunnale

Imperia. Riunione congiunta di Protezione Civile a Palazzo Civico. Nei giorni scorsi, alla presenza del dirigente del settore, Giuseppe Enrico, dell’assessore Simone Vassallo e di tutti i soggetti interessati, sono state affrontate le tematiche in materia di prevenzione e intervento atte ad affrontare le emergenze in caso di eventi di particolare gravità.

“Un momento di incontro importante – dichiara l’assessore Simone Vassallo tra tutti i componenti del Centro Operativo Comunale, l’organismo costituito in sede di emergenza che costituisce il massimo punto di riferimento sul territorio locale in caso di calamità. Diversi gli obiettivi volti ad assicurare tutela e sicurezza alla Città. Tra questi la pulizia dei torrenti per i quali il collega con delega all’Ambiente interverrà non appena saranno disponibili le risorse economiche”.

“Tra i vari argomenti – continua Vassallo – si è parlato anche di sistemazioni alloggiative, delle criticità presenti e di come affrontarle attraverso l’impiego dei Volontari e del personale comunale”.

“L’obiettivo è redarre un piano atto a costituire una macchina organizzativa prontamente efficiente al bisogno. Particolare attenzione – aggiunge ancora Vassallo – è stata rivolta alla difficoltà nel prevedere tutti gli scenari possibili in quanto si è di fronte a eventi che presentano un numero estremamente alto di variabili. Sarà fondamentale procedere a un piano di aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile con il coinvolgimento di tutti i Settori interessati, ciascuno per la propria competenza”.

Le priorità sono molteplici: dalla pulizia delle griglie a una verifica di attrezzature e materiali alla gestione del personale impegnato in caso di evento calamitoso.

“La sinergia – conclude Vassallo – dovrà essere totale a partire dall’attivazione del C.O.C. passando tra la operatività dei vari Settori che dovranno valutare le situazioni di rischio per arrivare a un’adeguata campagna di informazione alla popolazione attraverso il sito dell’Ente, i social network, i mass media, con aggiornamenti meteo diramati da Arpal/Regione Liguria e norme di auto protezione da adottarsi, oltre a rendere note azioni intraprese a tutela della pubblica incolumità”.