Quantcast

Imperia, rimesso in libertà passeur pachistano: trasportava in Francia connazionali senza ricevere compenso

Difeso dall'avvocato Simona Rota, il 31enne non potrà dimorare in provincia di Imperia

Imperia. E’ stato rimesso in libertà ma non potrà dimorare nella provincia di Imperia, M.S.S., il 31enne pachistano arrestato giovedì scorso dagli agenti di polizia che lo hanno trovato alla guida di una Opel Zafira con all’interno otto migranti suoi connazionali. L’uomo li stava portando in Francia, ma è stato fermato nel pomeriggio dagli agenti all’altezza della barriera autostradale.

Sabato scorso ha avuto luogo l’udienza di convalida a seguito della quale il pachistano è stato rimesso in libertà. “Non è stato trovato denaro sul mezzo sequestrato”, ha dichiarato il suo avvocato difensore, Simona Rota, “Ed ha collaborato con la giustizia: per questo il giudice ha ritenuto che non ci fossero esigenze per la custodia cautelare in carcere”.

Il 31enne, che possiede un regolare permesso di soggiorno in Italia per motivi politici, ha probabilmente cercato di aiutare i suoi connazionali a raggiungere la Francia senza chiedere loro un pagamento in denaro.