Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

FAI Marathon a Sanremo, Lanteri: “Un successo, più di 800 persone solo a Santa Tecla” foto

Nelle prime due tappe erano presenti in qualità di Apprendisti Ciceroni più di 30 ragazzi delle classi 4ªB, 4ªD e 4ªF del Liceo G.D. Cassini

Sanremo. Si è conclusa la quinta edizione della FAI Marathon, evento nazionale FAI che ha come obiettivo non solo la raccolta fondi per permettere alla Fondazione di perpetuare il suo fine di salvaguardia del patrimonio culturale Italiano, ma anche far conoscere beni spesso sconosciuti o inaccessibili. A tal proposito, quest’anno la delegazione FAI della Provincia di Imperia ha scelto Sanremo come location di questo evento. Centinaia di persone hanno avuto modo di apprezzare i vari beni aperti dal FAI durante tutta la giornata di domenica 16 ottobre.

L’architetto Carmen Lanteri, capo della delegazione Imperiese, testimonia che “la FAI Marathon è stata un grande successo di visitatori in tutte le nostre tappe e l’itinerario ha soddisfatto molto. Grande successo di pubblico: più di 800 persone solo a Santa Tecla”.

Lungo la pista ciclabile si è snodato il racconto della storia di Sanremo, lungo ben 2000 anni e suddiviso in quattro tappe: Villa Matutia, antica Villa Romana della quale si conserva la zona termale; il Cimitero Monumentale della Foce, sede delle tombe di alcuni dei personaggi più illustri della storia locale, ma anche di personalità straniere e di svariate confessioni religiose; il Molo Vecchio, cinquecentesca opera portuale del territorio; infine, il Forte di Santa Tecla, nato per dissuadere insurrezioni da parte dei cittadini, divenuto poi caserma e, infine, prigione fino al 1997. Salvo una mostra nei primi anni 2.000, il Forte da allora è rimasto chiuso, per essere poi riaperto di recente per un’esposizione limitando però le visite al solo pianterreno; solo in occasione della Fai Marathon è stato reso visitabile su tutti e tre i piani.

Nelle prime due tappe erano presenti in qualità di Apprendisti Ciceroni più di 30 ragazzi delle classi 4ªB, 4ªD e 4ªF del Liceo G.D. Cassini di Sanremo che, come durante la giornata FAI di Primavera alla Mortola, hanno saputo intrattenere ed ammaliare il pubblico con le loro spiegazioni.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.