Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Canottaggio in mare e diversamente abili, la Canottieri Sanremo apre le sue porte agli atleti disabili

Il Professor Dario Naccari – capo settore Adaptive della Federazione Italiana Canottaggio –è stato il relatore dell’evento, basato sull'adaptive rowing

Più informazioni su

Sanremo. Si è svolto questo pomeriggio all’Ariston di Sanremo il convegno organizzato dalla Canottieri Sanremo su “Canottaggio in mare e diversamente abili”, organizzato dalla Canottieri Sanremo A.S.D. nell’ambito delle manifestazioni del XXXV Trofeo Aristide Vacchino.

“Quest’anno – spiegano gli organizzatori – abbiamo pensato di dare voce ad un aspetto sportivo, sia grazie al traino di Olimpiadi e Paraolimpiadi, abbiamo preso in considerazione l’eventualità di fare un convegno sul canottaggio in mare e le disabilità, perchè si sta creando una coscienza ed un movimento, per via delle tecnologie e fondi europei, per dare una possibilità per tutte quelle persone che hanno una disabilità che però non deve essere un peso ma un valore aggiunto.”

Il Professor Dario Naccari – capo settore Adaptive della Federazione Italiana Canottaggio –è stato il relatore dell’evento, basato sull’adaptive rowing, ovvero il canottaggio destinato ad atleti con disabilità che rientrano nei criteri descritti nel regolamento di classificazione di questa disciplina che, introdotta dalla FISA nel 2002 ai Campionati del Mondo di Siviglia, ha conosciuto un rapidissimo sviluppo, culminato con l’introduzione della stessa ai giochi olimpici di Pechino nel 2008.

Il termine “Adaptive” ha origine dall’equipaggiamento: questo, infatti, viene “adattato” per rendere possibile la pratica di questo sport in modo che non debba essere lo sport ad essere adattato alle esigenze dei praticanti. Tale base fornirà lo spunto per analizzare i metodi e l’organizzazione del lavoro ma, soprattutto, per dissipare i molti pregiudizi che, erroneamente, ruotano ancora attorno al connubio tra sport e disabilità.

Per quanto riguarda i disabili che partecipano alle attività della Canottieri Sanremo, “Al momento non ce ne sono ma si spera che da oggi ci sia un inizio. Abbiamo invitato l’associazione Integrabili di Sanremo nell’eventualità che ci fosse qualcuno interessato a voler svolgere questa attività presso la Canottieri Sanremo. Il nostro punto di partenza – prosegue – è creare un discorso, una coscienza, informare la gente ed anche noi stessi, oltre a sperare di riuscire a portare avanti un discorso sul canottaggio o sport affini presso la Canottieri Sanremo.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.