Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla partita della Pace vince lo sport e la fratellanza tra i popoli nel segno di Gandhi e Don Milani fotogallery

Un’esperienza bellissima e socialmente importante che certamente sarà ripetuta anche nei prossimi anni

Più informazioni su

Sanremo. Sono state disputate sabato 22 ottobre, in una cornice di festa, le partite di calcio dell’amicizia e della solidarietà, organizzate nell’ambito della rassegna di OTTOBRE DI PACE 2016 (undicesima edizione).

Presso il campo di Pian di Poma di Sanremo si sono svolte due partite di calcio all’insegna della pace e della fratellanza. La prima con giocatori adulti e squadre miste di italiani e islamici, in collaborazione con il Centro Culturale Islamico di Sanremo. Tra gli adulti, numerose le persone note a Sanremo per il proprio impegno sociale e/o religioso: padre Pietro Wach, parroco polacco di Ns. Signora della Mercede, Abdel Aziz Soummade, Vice-Presidente del suddetto Centro Islamico, lo psicologo Fulvio Rombo, il diacono Riccardo Tomasella e il commerciante Fabio Ormea. Nella seconda invece si sono simpaticamente affrontate due squadre di ragazzi, di cui 14 italiani e 16 di origine straniera, volutamente mescolati insieme: c’erano infatti ragazzi del Marocco, Tunisia, Etiopia, Ecuador, Romania, Albania, Bulgaria, Thailandia e naturalmente Italia. Tutti i partecipanti alle due partite hanno dimostrato come sia facile “fare squadra insieme”, indipendentemente dal colore della pelle o dalle origine etniche o religiose.

Nelle loro magliette comparivano due frasi significative. La prima di Gandhi: “Non esiste una via che porta alla pace, la pace è la via”, la seconda era il famoso motto di Don Lorenzo Milani “I care” (m’interessi, io tengo a te).

Le partite, arbitrate dal bravissimo e giovanissimo arbitro federale Flavio Ferrari e commentata dal noto presentatore Maurilio Giordana, sono state davvero belle ed equilibrate, con grande impegno sia dei ragazzi che degli adulti, dimostrando vera eleganza e il giusto e sano agonismo. Tra il pubblico sono stati raccolti fondi per l’organizzazione umanitaria FHM del Dr. Roberto Ravera che opera in Sierra Leone. Medico sportivo volontario, il Dott. Giuseppe Oprelli, in forza al locale servizio d’urgenza 118.

Gli Assessori Costanza Pireri ed Eugenio Nocita, presenti all’incontro, hanno salutato i partecipanti. Infine il prof. Dario Daniele, a nome della rete delle 15 Associazioni che organizzano l’intera rassegna dell’Ottobre di Pace, ha premiato tutti gli atleti.

Un’esperienza bellissima e socialmente importante che certamente sarà ripetuta anche nei prossimi anni.

Questo il commento dell’ing. Walter Di Gregorio, tra gli organizzatori più attivi dell’evento: “Siamo molto soddisfatti. Sia i ragazzi che gli adulti sono stati bravissimi e hanno accolto la proposta con lo spirito giusto. Per loro si è trattato di un evento importante, ma anche di un momento di riflessione personale. E’ nostra intenzione proseguire con attività rivolte soprattutto ai ragazzi, in un percorso di sensibilizzazione sui temi della solidarietà e della pace. E’ stato bellissimo vedere tanti ragazzi, di origini molto diverse, giocare insieme con complicità, lealtà e autentica amicizia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.