Al casinò municipale

Al World Poker Tour a Sanremo tutto pronto per fare “All In”: in palio 300mila euro

Questa sera l'ultimo tavolo della tappa sanremese del circuito internazionale di tornei di Texas hold 'em

Sanremo. Oltre 800 entries, 1.000 euro per sedersi e un montepremi garantito di 300.000 euro. Il World Poker Tour National è tornato a Sanremo in un sensazionale torneo che ha acceso la poker room del Casinò.

La tappa sanremese del WPT che apertasi lo scorso 3 ottobre raggiungerà il tavolo finale proprio questa sera, si è dimostrata un evento di punta del circuito internazionale di Texas hold’em. Come spiega Pier Paolo Ruscalla, patron di Tilt Events, la società internazionale che gestisce il poker live per la Casa da Gioco e con la quale ha organizzato la manifestazione:

Crediamo che il poker possa essere un elemento importante per Sanremo e il suo Casinò. I numeri registrati tanto nell’appuntamento che si è svolto lo scorso aprile, con il record di 616 paganti, tanto quelli di questo ottobre, con 444 players al Main Event e più di 350 ai Side Event, cioè i giochi collaterali, ne hanno dato conferma. L’evento che si appresta a concludersi infatti, ha richiamato i migliori giocatori professionisti provenienti da tutto il mondo: francesi, inglesi, svedesi, finlandesi, polacchi, e ancora rumeni, svizzeri, spagnoli, americani e altri. E chi fra questi non è riuscito a raggiungere le ultime mani del torneo è poi affluito verso gli altri tavoli verdi del Casinò. Senza dimenticare che tutti i giocatori hanno pernottato, hanno mangiato, hanno ammirato la città di Sanremo determinando così un notevole indotto sociale e turistico che ha dato ulteriore impulso all’economica locale”.

Il WPT National Sanremo ha portato in città dunque non solo grandi campioni, non solo eccellenze del mondo del poker ma anche turisti. “Turisti che” – prosegue Alessandro Piersigilli “Il Pizzo Pazzo”, responsabile della comunicazione di Tilt Events – “hanno ricevuto la migliore ospitalità grazie all’iniziativa di Sanremo On”. Perché la Rete d’Impresa sanremese ha prestato assistenza ai giocatori con un desk e un piccolo omaggio, la Sanremo On Card, che ha permesso loro sconti sui prodotti e sui servizi offerti dagli esercizi commerciali appartenenti. “Una sorta di benvenuto” – aggiunge Piersigilli – apprezzato da tutti i pokeristi e soprattutto le loro mogli che hanno potuto fare shopping nelle innumerevoli boutique o mangiare negli eccelsi ristoranti associati”.

Tra questi anche Matt Savage, il WPT Executive Tournament Director, che da Las Vegas è arrivato a Sanremo con la consorte: “Grazie al cadeaux” – ha dichiarato – “abbiamo apprezzato maggiormente il clima, il cibo e le bellezze di Sanremo. E’ importante per chi viaggia su distanze a lungo raggio trovare un’accoglienza tale da permetterti di vivere la città anche al di fuori dello specifico evento per cui ti sei recato. Sanremo è bellissima e il suo Casinò ha un ruolo decisivo, è il suo centro. E questo mi ha molto colpito come del resto, a mia moglie, tutti i negozi che percorrono la via centrale!”.

Il Word Poker Tour National, di fatto, ha reso Sanremo ancora più viva, e di ciò ne orgoglioso anche Christian Scalzi, un giovane intraprendente sanremese che da 2006 giaà il mondo in qualità di WPT European Tournament Director: “Ho diretto tornei di poker Texas hold’em in grandi capitali, a Bruxelles, Vienna, Praga, Barcellona, ma essere nelle mia città mi rende onorato. Sono fiero di vedere i tavoli del Casinò presi d’assalto da centinaia e centinaia di giocatori e credo che il gioco del poker possa diventare davvero un’occasione su cui puntare per rilanciare Sanremo. A tal proposito l’iniziativa di Sanremo On ha centrato il bersaglio e anzi, collaborando con quella che io ritengo l’azienda più importante in provincia ha posto in essere un binomio vincente.

Ma il Word Poker Tour National non è stato solo una vetrina turistica ed economica. IL WPT è stato soprattutto gioco con mani appassionate, esigenti, testa a testa sudati dove nel torneo principale, il Main Event, players di livello mondiale hanno anche puntato tutto, succedendosi ai tavoli verdi fra avversi spietati e pure “vip.” E’ il caso quest’ultimo del giornalista Sky Stefano De Grandis che pur non conquistando il premio finale ha raggiunto un ottimo punteggio, diciottesimo: “Mi sono divertito tanto” – ha raccontato – “e anche imparato un po’. Non sono un giocatore online, gioco quando posso, però è stato un appuntamento stupendo. Ho trovato tanti amici, come il collega Riccardo Trevisani. Il clima poi era divertente nonostante la competizione. Sicuramente un’esperienza da rivivere. Già l’anno passato mi trovavo a Sanremo per il torneo, ma in quell’occasione ho ricevuto un premio giornalistico e la partecipazione è saltata. Quest’anno inoltre ho avuto modo di conoscere meglio la città, ieri sono anche andato al mare e dopo ad ammirare dal vivo il teatro Ariston dove ho visto l’ultimo film di Woody Allen, seppur il mio preferito, è proprio il caso di dirlo, resterà sempre Match Point!”.

leggi anche
Christophe Bouziane
Poker texano
E’ Christophe Bouziane il vincitore del Wpt National di Sanremo
commenta