Quantcast
Il vertice

Tutelare i bagni marini, l’assessore Scajola convoca i balneari della Liguria

La Regione spinge sull'acceleratore per il varo di una legge che possa salvare i bagni marini

Vallecrosia, Marco Scajola illustra il piano casa

Imperia. Superare gli ostacoli e tutelare la categoria dei balneari. La Regione spinge sull’acceleratore per il varo di una legge che possa salvare i bagni marini.

Per questo motivo l’assessore regionale al Demanio Marco Scajola ha deciso di convocare per lunedì prossimo alle 16 i rappresentanti degli imprenditori balneari. “Un tavolo che sarà l’occasione per fare il punto della situazione alla luce della caos burocratico provocato dalla sentenza della Corte di giustizia europea contro la proroga al 2020, che proprio in Liguria ha portato un magistrato molto zelante a sequestrare alcuni stabilimenti balneari”, sottolinea Marco Scajola.

Mancando ancora una legge nazionale che regolamenti le concessioni balneari, l’assessore Scajola pare intenzionato a procedere per la strada della norma regionale: “Fino a oggi come Liguria, anche in qualità di coordinatori nazionali del tavolo tecnico sul demanio marittimo, ci siamo mossi cercando di lavorare insieme alle altre regioni per spingere il governo ad assumere una posizione chiara, sollecitando una riforma del comparto balneare-marittimo che sia forte, condivisa e in grado di assicurare certezze alle attuali imprese con una proroga di 30 anni alle attuali concessioni – spiega l’assessore – La riunione di lunedì servirà a dare continuità al percorso intrapreso dalla Regione con le associazioni di categoria dei balneari liguri per una legge regionale condivisa e che rappresenti un riconoscimento e una garanzia per i lavoratori del settore che vedono messa a rischio la propria storia e la propria professionalità”.

commenta