Argentina, iniziano gli allenamenti con la supervisione del drone fotogallery video

Servirà per controllare dall’alto i movimenti dei giocatori, specialmente nella fase difensiva

Arma di Taggia. No, non è un ufo quello che ieri pomeriggio volteggiava sopra il campo Ezio Sclavi. L’Argentina da pochi giorni sta sperimentando un nuovo supporto per i suoi allenamenti. Si tratta di un drone – un piccolo elicottero multipala telecomandato – dotato di telecamera nella zona ventrale.

Argentina, iniziano gli allenamenti con la supervisione del drone

Servirà per controllare dall’alto i movimenti dei giocatori, specialmente nella fase difensiva. A fine sessione, con la visione dei filmati, mister Nicola Ascoli e il suo staff potranno così vedere i posizionamenti e le eventuali correzioni da apportare alla manovra di gioco.