Quantcast
Guardia di finanza

Evasione di 5.500.000,00 euro, noto imprenditore sanremese nei guai

Lucio Cstagno è titolare di tre stabilimenti balneari di Sanremo nonché ex presidente della società calcistica Carlin's Boys

lucio castagno

Sanremo. E’ titolare di tre stabilimenti balneari di Sanremo nonché ex presidente della società calcistica Carlin’s Boys. A finire nella rete dei finanzieri è stato Lucio Castagno le cui verifiche fiscali delle fiamme gialle hanno preso in esame il periodo dal 2009 al 2013 consentendo di scoprire l’utilizzo di fatture false che, emesse da imprese compiacenti, documentavano operazioni economiche mai avvenute consentendo la deduzione di costi mai sostenuti con la conseguente evasione delle imposte sui redditi e dell’Iva.

A seguito di tale condotta, costituente anche violazione di natura penale, gli uomini delle fiamme gialle su ordine del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Imperia, hanno proceduto al sequestro, nei confronti del rappresentante legale delle tre società, di denaro contante e di un appartamento.

Durante la perquisizione presso l’abitazione del rappresentante legale delle tre società è stato esaminato il contenuto di un computer con l’individuazione di una serie di files criptati. La decriptazione di tali documenti informatici, condotta da parte di militari appositamente qualificati, ha permesso di scoprire l’esistenza di una contabilità parallela a quella ufficiale.

Con l’ausilio di accertamenti bancari si è potuto dimostrare come i conti correnti personali dei soci venissero utilizzati in realtà, per effettuare pagamenti (per acquisti in “nero”) riconducibili all’attività svolta in evasione di imposta.
La cifra evasa allo Stato è di 5.500.000,00 euro e gli stabilimenti balneari in questione sono Morgana, Lido e Italia nella città dei fiori.

Castagno è difeso dall’avvocato Fabrizio Cravero di Sanremo che per il momento non ha rilasciato dichiarazioni alla stampa su questa vicenda.

leggi anche
guardia di finanza
Guardia di finanza
Evasione milionaria da 5.500.000,00 euro nella gestione di tre spiagge
commenta