Slow food all’Ariston di Sanremo per esaltare i sapori di Riviera

L'obiettivo è anche quello di promuovere il Salone del Gusto uscendo dal Lingotto

Sanremo. L’appuntamento è per questo pomeriggio alle 18,30 al teatro Ariston di Sanremo per «Quel gusto un po’ amaro di cose perdute. Acqua di fiori d’arancio», un’iniziativa promossa dalla Stampa e da Slow Food, in collaborazione con Sanremo On.

Lo scopo è quello di rendere omaggio ad un prodotto straordinario della distillazione dei fiori, presidio Slow Food di Vallebona.

E così il Roof apre le porte non soltanto agli invitati, ma anche a chi, semplice curioso, titolare di piccole e medie aziende locali, appassionato di buon cibo o agricoltura, vuole conoscere più a fondo l’iniziativa. E alla fine dell’appuntamento, aperto quindi a tutti, un buffet-aperitivo.

L’obiettivo è anche quello di promuove il Salone del Gusto uscendo dal Lingotto per aprirsi alla città, ma anche oltre Torino, arrivando quindi alla Riviera ligure che è poi la nuova «filosofia» di «Terra Madre Salone del Gusto», il più importante evento internazionale dedicato alla cultura del cibo, in programma dal 22 al 26 settembre nel capoluogo piemontese.