Quantcast

“Affabulando”, una serata dedicata ai villeggianti Milanesi nella città di Sanremo

Mercoledì 6 luglio, alle ore 21,30, ad aprire saranno i versi più famosi di un padre della Letteratura Italiana come Giacomo Leopardi, riproposto in una chiave del tutto inedita

Sanremo. Per l’ottavo anno Piazza Capitolo, nella Pigna di Sanremo, ospiterà le serate letterarie di “Affabulando”, un’occasione per turisti e concittadini di poter condividere letture e conversazione.

Tre mercoledì di luglio e altri tre ad agosto (eccetto il 12) saranno dedicati a “readings” e incontri con l’autore, secondo un programma intitolato “Attraverso i secoli e le culture” predisposto dall’Accademia della Pigna in collaborazione con il Circolo Ligùstico, condiviso e sostenuto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Sanremo.

Il nuovo ciclo di “Affabulando” ha tematiche un po’ differenti rispetto agli anni scorsi: dopo aver più volte toccato autori locali, celebri ed emergenti, di ieri e di oggi, si è pensato di spaziare attraverso le epoche e le differenti estrazioni culturali e geografiche: classici più o meno rivisitati, curiosità e grandi nomi.

Ad aprire, mercoledì 6 luglio alle ore 21,30 saranno proprio i versi più famosi di un padre della Letteratura Italiana come Giacomo Leopardi, riproposto in una chiave del tutto inedita.

La serata, particolarmente dedicata ai Milanesi ospiti della città, vedrà infatti una doppia lettura di alcune delle più celebri poesie del Recanatese, in italiano e in milanese.

Le versioni dialettali si devono al noto scrittore Sandro Bajini, membro onorario dell’Accademia matuziana, e l’interpretazione è affidata alle voci dell’attore Max Carja per la parte classica e di Adriana Genuizzi per quella vernacolare. I testi sono tratti dal libro “Da Recanati a Porta Ticinese”, a cura del Bajini, edito dalle edizioni Lo Studiolo di Sanremo.

Il “salotto” di piazza Capitolo proseguirà nelle settimane successive con letture da Manzoni e da poeti arabi medioevali, rispettivamente affidati alle cure di Alberto Guglielmi Manzoni e del prof. Fulvio Cervini, medievista dell’Università di Firenze e Rettore dell’Accademia della Pigna.

In agosto si proseguirà con una parodia dei “Tre Moschettieri”, letture di Shakespeare in inglese e in traduzione ed un incontro con lo scrittore Marino Magliani.

Il ritrovo per tutti gli amanti della lettura e dell’arte è sempre ad ingresso libero.